Jimmy Choo nelle mani di Michael Kors

di MARIAGRAZIA DI RAIMONDO - L'azienda del lusso Jimi Choo, famosa per le sue scarpe da donna, che ha potuto vantare tra le sue celeb...

martedì 25 luglio 2017

Jimmy Choo nelle mani di Michael Kors

di MARIAGRAZIA DI RAIMONDO - L'azienda del lusso Jimi Choo, famosa per le sue scarpe da donna, che ha potuto vantare tra le sue celebri clienti Lady Diana, è stata acquistata per 1,2 mld di dollari dall'azienda americana Micheal Kors.

La società statunitense, nota sopratutto per la produzione di borsette e accessori, ha quotato ogni singola azione della società londinese circa 230 pence, riconoscendo un premio del 18% del prezzo prima della chiusura della borsa.

Il passaggio di proprietà della Jimmy Choo è stato ben accolto dal mercato mondiale, facendo registrare un'impennata delle azioni di Kors.

martedì 18 luglio 2017

La Metropolitan Fashion Mode presenta l’evento ‘Marble Star’: il 30 luglio a Carrara

di REDAZIONE - E’ tutto pronto per il secondo grande appuntamento relativo al concorso “Marble Star, che vedrà alla conduzione il noto attore Edoardo Velo.  Dieci talenti si sfideranno tra monologhi, canti e balli. Durante la serata ci saranno interruzioni con defilè di ragazzi e bambini e a giudicare le eesibizioni dei 10 partecipanti ci sarà una giuria di professionisti composta dal Presidente di giuria l’attore e regista Sebastiano Rizzo, affiancato dalle titolari dell’accademia Fabiana Cappè e Roberta Piccolo, dallo Chef decoratore Claudio Menconi, dal produttore musicale Alberto Lagomarsini e dal Co Fondatore di SEO 360-Ag di comunicazioni Thomas Santi Cassani. Abbiamo incontrato la Direttrice e ideatrice dell’Accademia Fabiana Cappè, per farci raccontare tutte le curiosità e gli eventi che coinvolgeranno le future stelle dello spettacolo.

Quali sono i talenti che si esibiranno? 
Le esibizioni vedranno  confrontarsi talenti appartenenti al mondo del Cinema, Moda, Canto, Ballo e spettacolo con coreografie, monologhi e tanto altro.

Come risponde la città di Carrara a questi tipi di eventi?
La città di Carrara e tutti i suoi abitanti hanno risposto con grande entusiasmo a questa nuova realtà.

Quali saranno i prossimi eventi? 
Il prossimo evento vedrà la finale relativa al concorso “Marble Stars”, dove si proclameranno i due vincitori (un lui e una lei) ai quali verrà consegnata una Borsa di Studio del valore effettivo di un anno accademico all’interno della Metropolitan Fashion Mode. A settembre, invece, verrà realizzato un calendario a scopo benefico, al fine di esaltare le bellezze uniche del nostro territorio.

Invece a livello cinematografico? 
Ad Ottobre inizieranno le riprese del Corto Cinematografico, per cui è già stato dato mandato ufficiale, per la stesura della sceneggiatura, al regista Sebastiano Rizzo. Il Corto sarà girato nelle cave del nostro territorio e racconterà del duro lavoro in cava, con la partecipazione dei nostri iscritti, selezionati dal regista stesso, che avranno la possibilità di collaborare con attori e attrici di fama Nazionale e vivere un vero set cinematografico. Il corto sarà presentato nei maggiori Festival Nazionale e Internazionali, oltre poi, a passare nei vari canali audiovisivi preposti.

Tra Aprile 2018 e Maggio 2018 realizzeremo una mini serie web di dieci/dodici puntate da circa 5/7 min c.u., anch’essa al fine di promuovere il fascino delle nostre cave e dei nostri Territori. Anche in questa occasione verrà coinvolto un attore o un’attrice di fama Nazionale coinvolgendo altresì i nostri allievi, sempre a giudizio del regista Sebastiano Rizzo.

sabato 15 luglio 2017

Una stilista andriese a Parigi tra 'Angeli e Demoni'


PARIGI - Un gioco di seduzione tra “Angeli e Demoni”. Si può riassumere così l’esperienza della nota stilista andriese Isabella Di Matteo nella capitale della moda: Parigi.

Il fascino della città eterna come sfondo a tre modelli nati dalla consapevolezza che una donna è e resta femmina, donna nella sua essenza. Sempre e comunque. Un concetto astratto che Isabella Di Matteo ha trasformato in realtà tessendo, come se fossero vere e proprie opere d’arte, tre abiti originali, unici e preziosi da mostrare nella capitale della moda. Capi dai tessuti ricercati che abbracciano il corpo della donna rendendola raffinatamente sensuale, resi ancora più d’impatto dallo sfondo di una Parigi che sa essere romantica ma al tempo stesso seducente, con i colori di una città cosmopolita in grado di unire storia, cultura e modernità.

“Sfilare a Parigi è un sogno che si è realizzato – confida Isabella Di Matteo – Un obiettivo importante che suggella una carriera nel campo della moda, iniziata trentacinque anni fa. E’ stato emozionante vedere le mie creazioni sfilare all’ombra della Tour Eifel e constatare l’entusiasmo del pubblico parigino e della stampa specializzata internazionale. Ringrazio Carmen Martorana della Carmen Martorana Eventi, agenzia di moda e punto di riferimento con il suo marchio internazionale Top Fashion Model, la truccatrice Claudia Montrone impeccabile nel rendere lo spirito della collezione attraverso il make up, il fotografo Paolo De Novi che con il suo obiettivo  ha colto l’essenza dei modelli magistralmente interpretati dalla modella Ilaria Petruccelli”.

Una gavetta lunga trent’anni in cui Isabella Di Matteo ha dato prova di quanto la tenacia e la passione, insieme ai sacrifici, possano essere ripagati. Per la prima volta una stilista della Provincia di Barletta Andria Trani arriva sulle passerelle parigine portando così il made in Puglia  oltre i confini nazionali.

Dal corteggiamento si passa alla seduzione fino ad arrivare al coronamento di un sogno d’amore: filo conduttore dei tre abiti, la passione. Ma anche l’eros e l’amore. Una “Cinderella in Paris” moderna e  romantica. Dal verde, al nero, al bianco, la donna creata da Isabella Di Matteo è forte, decisa ma anche dolce e romantica. Sentimenti che si vedono con gli occhi e che si possono sentire al tatto, toccando i tessuti pregiati e raffinati che hanno conquistato Parigi.

Completano l’outfit i gioielli realizzati dalla creativa Roberta Asselta, giovanissimo talento andriese  capace di rendere un accessorio non un semplice complemento ma bensì parte integrante dello stile personale e sofisticato di ogni singolo modello. La collezione Plenilunio firmata Roberta AsseltaJewels racchiude l’essenza di una passione nata con lei e maturata  durante gli studi al liceo artistico Federico II stupor Mundi di Corato dove ha potuto dare libero sfogo alla sua creatività che oggi esprime in modelli unici, dalla forte espressività e personalità.

“Parigi – conclude Isabella Di Matteo – non rappresenta un punto di arrivo ma bensì un nuovo inizio. Perché mettersi in gioco, ricominciare e ripartire è il motore che spinge alla realizzazione di nuovi e grandi obiettivi”.

E sicuramente, da Andria, ne vedremo e se o delle belle. 

venerdì 14 luglio 2017

Beyoncè presenta al mondo i suoi gemelli

Attraverso il suo profilo Instagram, Beyoncé ha presentato al mondo i suoi gemelli. Per celebrare il primo mese di vita dei due, ha postato una foto in cui appare come una venere botticelliana tra veli e fiori con in braccio Carter e Rumi. Uno scatto che ricorda quello con cui aveva annunciato la maternità del 1 febbraio scorso.

Il ritorno di Serena De Bari con il singolo 'Diamante Nero'

BARI - Da oggi, 14 luglio, è in rotazione radiofonica "DIAMANTE NERO" (On the Set) il nuovo singolo di Serena de Bari. Dopo aver partecipato al talent più famoso d’Italia, Amici di Maria de Filippi, il 17 febbraio, vincendo la SFIDA grazie al giudizio favorevole di Alessandro Massara, presidente della Universal Music, Serena ha avuto una grande visibilità che le ha dato modo di far conoscere le sue canzoni al grande pubblico e di mettere in mostra le sue innate capacità artistiche e vocali. Grazie ad AMICI, Serena ha ottenuto grandi consensi dal pubblico e dai media ed ha migliaia di fans che la seguono sui social e in tutta Italia. Prodotto da Luca Venturi, arrangiato e mixato da Simone Summa, registrato presso il MAST Academy Studio di Bari, "DIAMANTE NERO", scritto da Giordano Joe Santonocito, è il titolo del nuovo brano di Serena De Bari, un sound misterioso, dance, che si lega al fascino di una notte d'estate. Dove amore, lampi suoni creano una situazione d'instabilità emotiva dettata dalla forte passione. Il brano ha come oggetto la continua visione di un’ombra sconosciuta che appare familiare ma allo stesso tempo intrigante, e porterà coloro che lo ascolteranno a scoprire se l'amore riuscirà a ricongiungersi oppure rimarrà un sogno proibito come quegl'incontri che stregano il cuore e poi svaniscono improvvisamente. Il videoclip, per la regia di Marco D'Andragora, è stato interamente girato in Puglia, tra Fasano e Lecce. (location, Masseria San Francesco, Hotel Risorgimento). Antonio Tarantino Concept. Serena de Bari, cantante pugliese di Molfetta, ha una voce inconfondibile e potente. Nei suoi live è capace di creare atmosfere coinvolgenti grazie ad una grande padronanza scenica e capacità interpretativa. Il suo motto è ”La musica io la vivo perché se non la vivessi non darei emozioni”. È durante uno dei tanti concorsi che l'hanno vista protagonista che conosce Luca Venturi. Da lì inizia il suo percorso nell'etichetta discografica milanese On the Set, il suo brano di esordio "Troppo fragile" finito nella Top 20 della classifica MEI l'ha portata a diventare Artista della settimana per MTV New Generation, con 147.000 views su youtube, la giovane promessa del pop italiano, consolida il suo ottimo esordio, con il secondo singolo “Quando finisce l'Estate“ uscito l'estate scorsa, molto programmato in radio, con oltre 96.000 views su youtube. Il titolo del singolo darà anche il nome al suo album di debutto.

lunedì 10 luglio 2017

La moda pugliese vola a Parigi per la Fashion Week


LECCE - Durante la Paris Fashion Week, la Camera della Moda Italia ha esaltato la moda e la bellezza pugliesi nella capitale del fashion all’ombra della Tour Eiffel, uno dei più famosi e imponenti monumenti al mondo.

L'iniziativa di successo è stata organizzata dalla Carmen Martorana Eventi, agenzia di moda e punto di riferimento con il suo marchio internazionale Top Fashion Model.

Protagonista dello shooting fotografico firmato Paolo de Novi, giovane ed esperto fotografo lucano presente su prestigiosi set di moda, è stata Ilaria Petruccelli. La modella, vincitrice del Fashion Award 2016 ha indossato le creazioni di affermate stiliste della Camera della Moda Italia: gli abiti di seta, tulle e pizzo ricamato con paillettes, impreziositi da collane artigianali di piume di struzzo, della collezione "Cinderella in Paris" di Isabella Di Matteo; i vestiti pastello con chiare sfumature del celeste, rosa e verde e decorazioni realizzate con pizzo gioiello e organza di seta di Maria Pia Eramo; e i tessuti leggeri e delicati come voile di seta cangiante e pizzi preziosi, che evocano la spettacolarità dei colori dell'aurora boreale, della collezione "Nuances Boreales" del giovane talento Arianna Laterza. La bellezza della modella è stata esaltata e valorizzata dal trucco della make-up artist Claudia Montrone.

Oltre allo shooting, che ha visto protagoniste le principali opere architettoniche della capitale francese, presso la Fondation “Maison de l’Italie” Cite’ Internazionale Universitarie de Paris c’è stata la presentazione  della collezione "Paris haute couture vision" firmata dal creative director Giuseppe Fata, che ha ricevuto il Premio Internazionale "Bronzi di Riace" in occasione delle celebrazioni del 45° anniversario dal ritrovamento delle statue bronzee. Testimonial la Top Fashion Model pugliese Ilaria Petruccelli, che ha sfilato con i copricapo scultura di Fata, i preziosi gioielli di Gerardo Sacco e gli abiti di Nino Masso, modellista della maison Fendi.

Per Carmen Martorana, titolare dell'omonima agenzia e Presidente della Camera della Moda Italia, un altro motivo di grande orgoglio: «Ad un anno dalla fondazione della Camera della Moda Italia, sono molto felice di aver raggiunto un obiettivo molto importante e ambizioso. Quello di aver realizzato un evento di moda a Parigi, da sempre considerata la capitale del fashion nel mondo e città molto influente nel settore».

venerdì 7 luglio 2017

Moda: a Lecce il 'Rever d'oro 2017'


LECCE - Il presidente dell’Accademia di Belle Arti di Lecce e già direttore dell’Accademia di Brera Fernando De Filippi e Romina Carrisi sono i vincitori del premio “Rever d’oro Cosimo Cordella 2017”, che verrà consegnato domani, sabato 8 luglio, presso il Multisala Massimo di Lecce (ore 20.30).

Si tratta della ventunesima edizione del riconoscimento ideato dal Maestro Pino Cordella per promuovere l’estro creativo dei giovani che intendono affermarsi  nel mondo della moda; la premiazione, infatti, costituisce vetrina per le collezioni dei giovani allievi dell’Istituto Cordella di Lecce, quest’anno trenta aspiranti stilisti, tra primo e secondo livello, approdati nel Salento dalla Puglia - ma anche dalla Basilicata, dall’Albania e dal Brasile - per apprendere le tecniche di creazioni di capi di alta moda dalla viva voce dei docenti della Scuola, aperta dal 2008.  Nel solco di una storia, quella della Sartoria Cordella, iniziata nel 1743.

Tra i premiati delle scorse edizioni, infatti, gli stilisti Gai Mattiolo ed Ennio Capasa, la costumista di Hollywood Sanja Milkovic Hajs, l’architetto Fabio Novembre, gli imprenditori Antonio Filograna e Cosimo Romano, gli scrittori Antonio Caprarica e Raffaele Nigro, gli attori Anna Luisa Capasa e Dileep Raho, i registi Edoardo Winspeare e Mauro Russo, la musicista Carolina Bubbico.

Le collezioni che verranno presentate nel corso della serata - sintesi dei fermenti captati dai ragazzi, in tempo reale,per le strade del mondo - sono state infatti monitorate e seguite da Pino e Manuel Cordella nella fase di taglio e confezione, mentre per il concept si sono avvalse dell’occhio di Carol Cordella. La collezione “Ciao, bella”, ad esempio, è un omaggio all’Italia e alla bellezza delle sue donne - e in particolare a Sofia Loren e alla Costiera amalfitana - pur “contaminata” con oggetti e tradizioni pugliesi: abiti rigorosamente realizzati con oltre 200 metri di tulle, dipinti a mano e decorati con preziosi monili in ceramica appositamente realizzati per la collezione dai più importanti maestri di Grottaglie. “Dubai”, la seconda collezione, guarda invece alla città in cui la nuova Moda si plasma, coniugando lusso, arte e tradizione, per dare vita a linee morbide e sensuali; una linea di abiti concepita come un live set shooting che vedrà le modelle posare per lo scatto finale del catalogo.

Terza e ultima collezione, infine, “Little Black Dress”, ispirata ai 90 anni del “Petit Noir”: quindici giovani designer dell'Istituto Cordella, in questo caso,  hanno dato libero sfogo alla loro sensibilità, reinterpretato un must have universale come il “Petit Noir” inventato da Coco Chanel secondo mood e materiali alternativi.Tra queste proposte un abito, per esempio, è stato realizzato totalmente con una stampante 3D, riproducendo in silicone le camelie care alla Maison francese (come anche gli occhiali da sole); incrostazioni di perle su fitte reti e cascate di perle bianche e nere hanno fatto il resto.

La collezione è stata immortalata in anteprima dal fashion photographer Mauro Lorenzo per una rivista americana a Vilnius, dove gli allievi dell’Istituto Cordella hanno preso parte a un progetto che verrà presentato in esclusiva sabato sera e che ha visto anche il supporto del Consolato lituano.

La manifestazione si avvale del patrocinio del Consolato Onorario della Lituania, dell’Accademia Nazionale dei Sartori, di Provincia, Comune e Camera di commercio di Lecce, dell’associazione Imprese di Puglia.

Ingresso libero. 

lunedì 3 luglio 2017

Moda: la Sartoria Cordella sulla passerella dell'Arte sartoriale 2017

ROMA - Grande successo per i capi della Sartoria Cordella, nei giorni scorsi, sulla passerella della sfilata “Arte sartoriale 2017”, kermesse dell’abito su misura organizzata dall’Accademia Nazionale dei Sartori nell’avveniristica Lanterna di Massimiliano Fuksas, in via Tomacelli a Roma.

Per l’appuntamento annuale dei grandi maestri artigiani provenienti da tutta Italia, i veri dispensatori del lusso del terzo millennio – l’abito cucito a mano e su misura – Pino e Carol Cordella hanno realizzato due diverse proposte originali e molto apprezzate dal parterre di ospiti della sfilata. Il frac realizzato a mano dal maestro Pino Cordella, infatti, è nato come omaggio a Lord Raglan, che si fece confezionare alcuni cappotti con questo taglio di manica per nascondere la mutilazione del braccio destro subita a causa di una ferita durante la battaglia di Waterloo: un abito realizzato grazie a molte ore di lavoro, dotato di una manica con frange di seta che nel movimento creano una danza, indossato per l’occasione dal modello Massimo Gradini, volto noto delle reti Mediaset.

L’abito proposto invece da Carol Cordella fa parte della collezione “Ex voto”, dedicata alla Madonna: una “sirena” in pizzo, argento e oro, ricamata a mano e impreziosita da collane che richiamano la tradizione degli omaggi religiosi. L’abito ha richiesto molti mesi di lavorazione.

Legalmente costituita a Roma nel 1947, l'Accademia è la naturale prosecuzione dell'Università dei Sartori, nata a Roma nel 1575 per volontà di Papa Gregorio XIII, e rimane punto di riferimento imprescindibile nel campo della moda e del Made in Italy. All'Accademia Nazionale dei Sartori fanno riferimento le più famose firme della sartoria su misura, apprezzate in tutto il mondo per la lavorazione dei tessuti e lo stile classico che non rinnega mai se stesso, pur evolvendosi per essere sempre al passo con i tempi e con il gusto degli appassionati di moda.

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

 
Design by Unicorn Sites | BARI | Copyright © 2012