'Top Fashion Model' vola a Parigi

PARIGI - Top Fashion Model ritorna a Parigi con le vincitrici del contest di moda che offre la possibilità di essere inserite in eventi i...

lunedì 16 aprile 2018

'Top Fashion Model' vola a Parigi

PARIGI - Top Fashion Model ritorna a Parigi con le vincitrici del contest di moda che offre la possibilità di essere inserite in eventi internazionali, come la II edizione di Paris Fashion Shooting.

Dopo le recenti partecipazioni al Gran Gala della Stampa – svoltosi in occasione del Festival di Sanremo – e a Cosmoprof, la fiera dedicata al mondo della bellezza professionale – dove le giovani modelle sono state testimonial del truccatore Pablo Gil Cagne -, Top Fashion Model approda per la seconda volta nella capitale della moda internazionale con un evento fotografico.

In programma dal 23 al 26 aprile, l’iniziativa, organizzata dalla Carmen Martorana Eventi, vede coinvolti i soci della Camera della Moda Puglia e Basilicata, tra i quali Massimo Ruvio, a cui è affidato il servizio fotografico che immortalerà Ilaria Petruccelli, Top Fashion Model 2016, Roberta Molinini, Top Fashion Model 2017, e Nadia Stella.

Le modelle indosseranno i capi in tulle della collezione “Nuvole a colori” - ispirata ai colori pastello -, firmata dalla fashion designer Maria Pia Eramo, e gli abiti della collezione "Fashion Science" - nata dal connubio tra moda e scienza - della giovane stilista Giovanna Gelardi che, in collaborazione con il padre Matteo - noto otorinolaringoiatra e citologo nasale, con la passione della ricerca in campo rino-allergologico - ha realizzato i vestiti a mano, sia per quanto riguarda il modello, che le fantasie stampate derivanti dal microscopio.

A celebrare la bellezze delle giovani partecipanti saranno esperti del make-up, come Angela Scamarcio, e professionisti dell’hair style, come Matteo Difrancesco e Nadia Sinisi.

«È per me motivo di orgoglio – dichiara Carmen Martorana, titolare dell'omonima agenzia e Presidente della Camera della Moda Puglia Basilicata – ritornare a Parigi, luogo delle più importanti sfilate internazionali di moda, con un evento che intende mettere sotto i riflettori l'eleganza, il fascino e la bellezza delle vincitrici di Top Fashion Model».

Moldie: ''Sogno di cantare sul palco dell'Eurovision Song Contest''

DI REDAZIONE - Conosciuta come artista pop per antonomasia, Moldie torna sulle scena musicale con il nuovo singolo ''Love to be free'', un pezzo energico e coinvolgente che si impone con uno stile irriverente e sensuale sfociato nella dance. Ispiratasi a una frase celebre di Martin Luther King :

“Love, make it stands for it’s right to be free”, Moldie tratta nel brano il tema intramontabile dell’amore come universale, incondizionato, senza distinzioni di razza ne sesso. Dal 2015 l' artista moldava collabora ad un progetto di Elettro Music Dance con il produttore di fama internazionale Nicolò Fragile, incidendo già il singolo “Don’t give up“. Attualmente sta scrivendo e registrando nuovi brani, collaborando anche con diversi autori di fama nazionale e internazionale.


Galia Macovei , nata a Chisinau ( Moldavia ) il 27 agosto sin dall'infanzia mostra spiccate abilità artistiche nel canto . All’età di 5 anni comincia ad esibirsi in pubblico partecipando e vincendo alcuni concorsi canori in Moldavia. Cresciuta in una famiglia di musicisti all’età di 7 anni comincia a studiare piano e violino. Dopo un paio d’anni lascia la scuola musicale per dedicarsi solo al canto e poesia. Durante l’infanzia e l’adolescenza fa sempre esibizioni in teatri abbinando la passione per il canto a quella della recitazione. Frequenta corsi di danza folk, pop, jazz, flamenco.

Arrivata in Italia dopo essersi laureata in Lingue e Letterature moderne: nel 2001 si trasferisce a Milano dove incontra il compositore Sebastiano Rizzo col quale collabora ed incide il brano “Lower Manhattan” trasmesso in varie trasmissioni radiofoniche. In America il brano è stato definito il miglior brano straniero del biennio 2001-2002. Nel 2002 incontra Philipe Leon-compositore di grandi artisti nazionali ed internazionali come Celentano, Zucchero , Patricia Kaas, Loredana Bertè, Alexia, Spagna ecc. ed incide un brano in romeno e spagnolo,”Papusa” (bambola).
Nel 2005 partecipano a Campione d’Italia al Cantagiro 2005 andato in onda sempre su RAI Due e lo vincono.






Cosa rappresenta questo nuovo singolo?

Questa canzone rappresenta per me un messaggio battagliero per fare aprire gli occhi alla gente sulle realtà politiche, sui pregiudizi sessuali e distinzione di razza, tutt’oggi ancora presenti nella società in cui viviamo. L’amore dev’essere libero, uguale per tutti, indipendentemente dal colore della pelle o le scelte sessuali .

Quando hai iniziato a fare musica?

La mia passione per la musica iniziò all’età di 4 anni, anzi c’era già, con la musica ci si nasce.Ero una bambina precoce, iniziai a parlare molto presto e da quello che mi raccontava mia mamma, a 4 anni parlavo già come un’adulta.

Iniziai a cantare per lei, mi sedevo sul suo letto la sera e le cantavo varie canzoncine che imparavo all’asilo o sentendole in radio ,per farmi perdonare qualche pasticcio combinato durante la giornata ed anche per farla sorridere. Mi piaceva ascoltare le canzoni di Mecano, un trio pop spagnolo. La loro famosissima canzone “ Hijo de la luna “ era per me come la più bella ninna nanna che avesse mai sentito. Quella canzone la cantai persino all’esame di ammissione all’università statale moldava per sostenere l’esame di lingua spagnola. Nacque una gran simpatia per me da parte dei miei futuri professori, “ battezzandomi “ così La cantante dell’università di Chisinau.


Quali sono i momenti migliori per scrivere un brano?

I momenti migliori per scrivere sono durante la notte, quando lontano dai rumori della città di giorno, raccogli i tuoi ricordi e li tramuti in parole e melodia, le emozioni più forti ti danno la giusta carica d’ispirazione.


Stai lavorando al disco?

Sto lavorando a questo disco genere EDM, diverso da quello che facevo prima, perché mi piace ballare e concepisco il mio spettacolo come lo fanno le icone della musica pop dance internazionale. Mi riferisco a Shakira, Kylie Minogue, Britney Spears, Madonna, ecc.

Un palcoscenico dove ti piacerebbe esibirti?

Mi piacerebbe calcare il palco di Eurovision ed anche degli stadi in giro per il mondo. Quasi un’utopia per cui bisogna lavorare sodo ogni giorno. E lunga e dura la salita , ma ce la posso fare(ride, ndr)''. 

giovedì 5 aprile 2018

H&M si lancia nel settore degli abiti da sposa e da cerimonia con prezzi accessibili

Novità per la casa di moda H&M: arriva una collezione di abiti da sposa a prezzi davvero accessibili con il lancio di una nuova linea molto attenta alle esigenze delle future spose.

Per quel che riguarda la collezione, presenta molti accessori in vendita a meno di 10 sterline (11 euro e mezzo), mentre l'abito da sposa più economico in offerta ha un prezzo di 39,99 sterline (45 euro e 80 centesimi). Si tratta di un abito lungo fino al ginocchio e il suo prezzo riflette la crescente attenzione che i principali retailer hanno posto sul settore della sposa negli ultimi due anni.

I clienti possono anche comprare una coroncina per la sposa a meno di 3 sterline (circa 3 euro e mezzo), ballerine a circa 8 sterline (poco più di 9 euro) e vestitini per le damigelle d'onore che partono da circa 20 sterline (23 euro). Un abito da sposa a figura intera viene venduto al dettaglio a 149,99 sterline (oltre 170 euro) e la collezione include anche completi e accessori per gli invitati.
H&M, fra le novità, offre a spose e damigelle la possibilità di indossare articoli per il grande giorno potendoli acquistare in negozi nei quali fanno acquisti regolarmente, piuttosto che dover pagare prezzi molto più alti agli specialisti di abiti da sposa.

venerdì 30 marzo 2018

La casa di moda Luisa Spagnoli realizza le divise per le staffiere del Quirinale

"È per me un grande privilegio donare queste divise ad un'istituzione come il Quirinale. Per la Luisa Spagnoli è un grande onore firmare gli abiti delle tre assistenti del Capo dello Stato, un tempo chiamate staffiere, e sono entusiasta di poter portare l'eleganza, la qualità e l'artigianalità del made in Italy nel mondo" ha dichiarato Nicoletta Spagnoli, cavaliere del Lavoro e Presidente e Amministratore Delegato della maison storica di Perugia che quest'anno celebra l'anniversario dei 90 anni, annunciando di aver realizzato le divise per le staffiere del Quirinale, una serie di tailleur tinta unita nei colori rosso e blu "L'attenzione del Quirinale verso la moda femminile denota una volontà di valorizzazione della moda italiana e sono orgogliosa che se ne voglia riconoscere il prestigio a livello mondiale".

La sua casa di moda ha voluto creare delle divise sartoriali ispirate a quelle degli staffieri uomini, ma arricchite da dettagli prettamente femminili. I due modelli, donati dalla maison umbra, valorizzano l'eleganza e la femminilità, sono pratici e confortevoli anche nelle occasioni lavorative più istituzionali. Nello specifico, si tratta di due tailleur dal coté maschile e femminile: uno rosso, con martingala dietro, abbinato ad una gonna blu in velluto, per gli appuntamenti di gala come le visite di Stato, l'altro blu notte, doppiopetto, per gli incontri ufficiali del Presidente della Repubblica.

giovedì 29 marzo 2018

L'arte del belly painting con l'artista Maria De Luca

Parliamo oggi dell'arte del belly painting. E' un dipinto sul pancione che viene fatto tra il sesto e il nono mese, quando il pancino è bello tondo. Viene eseguito con colori professionali per body painting ipoallergenici e atossici, gli stessi colori che si usano per il viso dei bambini. 
L'arte del belly painting, ad Ostuni, si è diffusa grazie all'artista Maria De Luca, originaria di Erchie ma che vive ad Ostuni. Abbiamo avuto modo di intervistarla.

D. Com'è nata l'idea dei dipinti sui pancioni?

R. Disegnavo sin da bambina. E' stata una cosa graduale perché inizia tutto dal 2012 con la passione per il make-up; nel 2013 ho iniziato un'accademia di make-up a Bari, che è durata un anno, Dopo aver terminato gli studi (l'accademia era completa perché spaziava dal trucco sposa al cinematografico, fotografico, teatrale e anche face painting, truccabimbi), ho iniziato a truccare. 
Truccavo in modo più artistico e stravagante. Gli anni 2015 e 2016 sono stati per me difficili. Poi, grazie a mia sorella Carmen e ai miei nipoti, ho ripreso in mano i colori, ma soprattutto la mia vita. Sono stati loro, attraverso la presenza, a ridarmi lo stimolo per ricominciare a disegnare, cercando qualcosa per tenerli impegnati. E' ritornato lo stimolo per comprare i colori per il face painting. Truccavo tutti i miei nipoti (più di 13). Sono stata spronata a farmi conoscere, da mio marito Martino e da mia sorella Mimma, e così ho iniziato a fare le prime apparizioni nei locali, ludoteche e scuole.
Su internet ho avuto modo di vedere come il face painting poteva essere adattato anche ai pancioni. Ho visto qualche immagine sui siti americani dei pancioni dipinti. E così ho pensato di provarci anch'io. Ad Ostuni ora ho tante richieste ed è un bellissimo lavoro. Il dedicarmi a quest'arte mi ha salvato perché l'arte può essere vista anche come cura del dolore, per affrontare e superare le difficoltà della vita.

D. Come si realizza il dipinto sui pancioni?

R. Insieme alla mamma si sceglie il soggetto. Può essere qualsiasi cosa: per esempio un fiore, un bambino, un animale, cartoni animati. Nel momento del dipinto, la mamma e il papà potranno vedere il bimbo muoversi e giocare con il tocco del pennello e divertirsi insieme in un momento speciale. Volevo, inoltre, che le mamme avessero un ricordo che durasse per l'eternità. Il primo modo è la stampa del disegno sul lenzuolino bianco. Il secondo metodo è il calco. Per imparare a fare ciò, ho seguito un corso a Milano. Dopo il corso, ho lanciato un contest su Facebook per far conoscere questa nuova arte. Ho avuto modo di realizzare un calco per una mostra di fine febbraio che si è tenuta a Palazzo Cirignola ad Ostuni. I calchi vengono realizzati da zero, artigianalmente. Li realizzo sulla persona. Ci sono varie fasi di post-produzione e di finitura. Infine vengono dipinti con il disegno scelto dalle mamme. Mi piace tanto realizzarli e far si che diventino un'opera d'arte.

D. Cosa realizzi oltre ai dipinti sui pancioni?

R. Faccio anche altre cose. Per esempio ritratti a matita in bianco e nero, il calco delle mani, piccole cornici ed oggetti in gesso.

D. Qual'è stata la reazione di chi ha fatto la richiesta dei dipinti sui pancioni e dei calchi?

R. Le mamme sono rimaste molto entusiaste del lavoro svolto. E' importante anche affidarsi a un bravo fotografo. Tra i commenti ricevuto ne cito qualcuno: "E' stato semplicemente fantastico, oltre le aspettative. Grazie a voi. Grazie a te, sei stata bravissima, professionale e molto paziente"; "Che emozione rivedere la mia bella pancina. Grazie maria di quella bella esperienza con il tuo favoloso disegno".

D. Quali sono i tuoi progetti futuri?

R. Sono in continuo fermento nel pensare a nuove idee ed eventi. Prossimamente eseguirò un body painting ed un belly painting particolare a due ragazze diverse.

D. Come ti possono contattare?

Tramite la mia pagina Facebook dal titolo "Un Mondo a Colori - Dipinti sui pancioni Ostuni".

sabato 24 marzo 2018

Peeling e scrub: cosa sono e come utilizzarli

Per la cura e il trattamento dell’epidermide è importante eseguire il peeling e lo scrub a partire dal viso per passare al corpo, gambe e piedi. Iniziare sin da giovani a prendersi cura della pelle aiuta, a preservarla dal processo di invecchiamento e consente l’eliminazione delle impurità dalla superficie epiteliale, favorendo il rinnovamento cellulare dei tessuti. È importante esfoliare l’epidermide in modo tale da conferirle compattezza, morbidezza ed affinamento della grana e del colorito della pelle. Quali sono le differenze sostanziali tra un trattamento di peeling e lo scrub? Cosa sono e come utilizzarli? In commercio, si trovano diversi prodotti esfolianti dedicati alla cura della pelle del viso e del corpo.

Peeling e scrub: qual è la differenza 

Per mantenere una pelle giovane e sana anche con l’avanzare degli anni, è assolutamente importante eseguire trattamenti esfolianti e scrub utili per assicurare una corretta pulizia dell’epidermide in profondità e ottimizzarne il processo di rinnovamento cellulare. Nonostante ci sia un po’ di confusione sull’utilizzo dei termini scrub e peeling nel linguaggio comune, è fondamentale conoscere la differenza tra i due trattamenti.

Si parla di scrub per indicare il trattamento di esfoliazione meccanica, con le cellule morte che vengono rimosse dalla superficie dei tessuti epiteliali grazie all’attrito dei micro-granuli. Ideale per la pelle acneica e sebacea, lo scrub deve essere eseguito sulla cute dei giovanissimi che necessitano di una pulizia profonda grazie allo strofinamento di guanti e spugne per il viso e corpo. Con l’avanzare dell’età, è importante prestare attenzione alla frequenza con cui ci si sottopone al trattamento di scrub, dato che potrebbe avere effetti indesiderati come la secchezza cutanea.

Quando si parla di peeling, si intende invece un’azione levigante sulla pelle che consente di ri-stimolare la rigenerazione cellulare. Non viene quindi esercitata alcuna azione meccanica.

Per chi ha la pelle secca, il peeling contribuisce a rassodare e a rigenerare il tessuto epiteliale in profondità. Grazie agli acidi estratti dai frutti, il peeling garantisce una superficie della pelle levigata, un miglioramento della grana, del colorito, della luminosità e un rinnovamento cellulare con la correzione degli inestetismi. Il peeling può essere eseguito ad ogni età: l’importante è non eccedere con trattamenti troppo frequenti.

Comfort Zone: esfolianti e maschere per trattamenti di successo
Per assicurare un trattamento esfoliante e levigante con ottimi risultati, tra i migliori prodotti in circolazione dedicati alla cura dell’epidermide del viso e del corpo, il brand Comfort Zone offre una linea completa di maschere, scrub, gommage, peeling e dischetti esfolianti. I prodotti, adatti ad ogni esigenza, sono studiati per la pulizia e la rigenerazione cellulare, oltre che quella dei tessuti epidermici. Tra le principali proposte di Comfort Zone disponibili online, troviamo:

- Body Strategist Scrub, un gel con alfa-idrossidiacidi, estratti di frutta, microsfere di silice e jojoba che stimola il rinnovamento cellulare superficiale. La pelle rimane morbida e setosa dopo l’applicazione.

- Comfort Zone Maschera all’argilla opacizzante con il 94% degli ingredienti naturali. Si tratta una maschera per il viso cremosa al caolino e bentonite (17%), all’argilla verde (0,5%) e all’estratto di garcinia. Il trattamento ha una funzione cosmetica astringente che rende la pelle più luminosa, opacizzata e i pori meno visibili.

- Hydramemory Mask, maschera idratante con effetto immediato all’acido ialuronico e all’olio di moringa proveniente da coltivazioni certificate. La sua azione idratante “express” aiuta il rapido assorbimento in soli tre minuti.

- Essential Peeling, maschera enzimatica delicata ideale per le pelli sensibili. Si tratta di un esfoliante cremoso che aiuta ad eliminare le impurità, le cellule morte superficiali e consente di ridurre la secrezione di sebo in eccesso.

- Essential Scrub illuminante e levigante alle particelle di pura silica, sfere di jojoba e betaina, aiuta a ridurre le impurità. È un esfoliante meccanico che consente di levigare i pori ed è ideale da applicare durante la stagione estiva.

giovedì 22 marzo 2018

Classica, easy chic, vintage e glamour: a Bari evento dedicato alle spose in collaborazione con Max Mara

BARI - Dopo il grande successo della prima edizione dell’evento interamente dedicato alle spose del 2018, Beautique organizza una seconda giornata, sabato 24 marzo dalle ore 12 alle ore 16.30.

Per rendere unica questa occasione Beautique ha attivato una collaborazione davvero speciale con la casa di moda Max Mara, che metterà a disposizione quattro abiti da sposa dell'ultima collezione insieme ad elegantissime scarpe da cerimonia.

Nella urban spa di Bari, nel cuore del centro murattiano, in via Melo 120, le promesse spose potranno confrontarsi con le professioniste della bellezza e del benessere di Beautique che insieme alla titolare Daniela Madaghiele regalerà suggerimenti preziosi per un look perfetto nel giorno del Sì.

Classica, glamour, easy chic e vintage: per ogni genere sarà realizzato un total look sposa che comprende abito, acconciatura, trucco, scarpe e gioielli, oltre agli immancabili bouquet di fiori e all’intimo da indossare nella mattina del giorno più importante.

Si inizia alle dodici con la caffetteria matrimoniale di Pasticceria d’Arte di Santeramo in Colle, i confetti Conti e i consigli della capobarman su come allestire il tavolo colazione la mattina delle nozze. Si prosegue con la presentazione di servizi e attività dedicati al matrimonio con la wedding planner, Caterina Milella che regalerà alle spose i suoi migliori consigli per stupire gli ospiti.

Oltre all’abito, acconciatura e trucco, si entrerà nel fantastico mondo delle scarpe da sposa firmate Max Mara, dei gioielli da principessa di Cosimo Rossini, del bon ton degli inviti matrimoniali, con l'intervento d'eccezione della calligrafa, Mariagrazia Mele.

Non mancherà la sfilata finale con abiti d'atelier firmati Max Mara, corredati da splendidi bouquet di fiori, il tutto illustrato da una responsabile Max Mara che presenterà alle spose la linea wedding della prestigiosa casa di moda.

 “Per essere davvero perfetti il segreto è essere se stessi- racconta Daniela Madaghiele – perché in fondo, come disse il poeta francese Renè Daumal, “lo stile è l’impronta di ciò che si è in ciò che si fa”.

Prenotazione necessaria attraverso il form, http://www.mybooker.it/view-newsletter.aspx?idCompany=454c12cf-dcc7-4866-959c-877d68b6f084&id=fd2de004-05dc-44fe-81a0-46bd8735a706&preview=1&idTemplate=228b2e8c-bffe-4e2f-b917-e837c612fbb6

Moda: gli abiti da sposa di Maison Signore protagonisti del film "Tutte le strade portano a Roma" su Canale 5

"All roads lead to Rome" (titolo originale del film), girato tra gli Stati Uniti e l'Italia, distribuito da Medusa Film, brillante commedia sentimentale, dopo il successo ottenuto negli Stati Uniti, arriva anche in Italia, pronta a far divertire e sognare gli spettatori con una trama divertente e leggera ed un cast d'eccezione. All'interno del film, nelle scene di un matrimonio onirico e sognato, spiccano i meravigliosi abiti di Maison Signore, (www.maisonsignore.it) azienda casertana ormai celebre anche all'estero per la qualità dei suoi abiti, la manifattura perfetta e la ricercatezza di stile e tessuti.
"E' stato per noi un grandissimo orgoglio e soddisfazione" dichiara Gino Signore "quando siamo stati contattati dai costumisti della produzione del film, tra tutte le aziende italiane di abiti da sposa siamo stati scelti per rappresentare il Made in Italy nel mondo, per un film che ha un cast di attori italiani e americani d'eccezione. Tutte le attrici che hanno indossato le nostre creazioni uniche sono si sono complimentate per i nostri abiti, nei quali hanno riconosciuto tutto il lavoro sartoriale e artigianale che c'è dietro, la qualità dei tessuti e lo stile italiano che gli americani amano e cercano da sempre perchè sinonimo di eleganza, finezza e perfezione in tutto il mondo".
La pellicola è stata girata tra Roma, Perugia, Viterbo, Firenze, Pisa, ed altri  meravigliosi borghi italiani, e gli Stati Uniti, tra gli outfit più belli sfoggiati nella pellicola i raffinati wedding dress delle collezioni di Maison Signore indossati in modo sublime dalle giovane attrici, abiti lunghi e fascianti, fatti di pizzi e velate trasparenze, mood tanto caro alla Maison Signore, azienda leader made in Italy, da anni ormai mai proiettata verso nuovi orizzonti e traguardi internazionali. 
Gli abiti della Maison sono considerati delle vere e proprie opere d’arte uniche, realizzate con sete pregiate, con ricami che sono quasi invisibili ad occhio nudo, dettagli ed eleganza allo stato puro, che vede protagonisti giochi di tessuti leggeri ed impalpabili. Pizzi e sete, abbinati a linee pulite ed essenziali, in cui sono i particolari a fare la differenza, fiocchi stilizzati e molto glam, fiori, incroci e piccoli ricami, che rendono ogni creazione unica e irripetibile.
Questa la trama del film: Maggie e sua figlia Summer atterrano in Italia ma la figlia non ha alcuna voglia di rimanere e vuole tornare dal suo amore che è in prigione negli USA e vuole che Summer la raggiunga per prendersi la colpa. Nel frattempo arrivano alla cascina dello zio George in Toscana, dove incontrano Luca con sua madre Carmen; anche lei vuole scappare a Roma per sposarsi con Marcellino, dato che sono innamorati da 50 anni. Le due alla prima occasione scappano per raggiungere assieme le loro destinazioni, e da qui inizia la romantica avventura. Un cast eccellente per questa produzione italo-americana, del 2015 diretta da Ella Lemhagen, Sarah Jessica Parker, Raoul Bova, Claudia Cardinale, Nadir Caselli, Shel Shapiro, Rocío Muñoz e Nicolas Vaporidis.

 
Design by Unicorn Sites | BARI | Copyright © 2017