'Hair fashion night', successo per la notte dei parrucchieri

BARI - Dopo il grande successo della prima edizione, anche quest’anno l’Hair Fashion Night, organizzata da L’Oréal Professionnel, nel sa...

venerdì 23 giugno 2017

'Hair fashion night', successo per la notte dei parrucchieri


BARI - Dopo il grande successo della prima edizione, anche quest’anno l’Hair Fashion Night, organizzata da L’Oréal Professionnel, nel salone Parrucchieri e centro estetico Primadonna di Bari, ha coinvolto e appassionato tantissimi giovani e meno giovani.

In contemporanea in 35 Paesi nel mondo e in 800 saloni in Italia da Milano  a Roma, passando per  Torino, Verona, Bologna, Firenze, Bari, isole comprese si è svolta la notte bianca dei parrucchieri che come spiega Mariella Galati “è stata l’occasione  da non perdere per provare l’expertise dei professionisti l’unico che può mettere in risalto l’unicità di ogni donna facendole capire cosa vuol dire mettersi nelle mani giuste, e approfittare dei loro suggerimenti per lo styling, la cura dei capelli, la piega e scoprire i prodotti più adatti per riprodurre anche a casa lo stile scelto”.

“Voglio aggiungere che  - spiega Galati - nell’ultimo periodo sta prendendo sempre più piede in arrivo dagli Stati Uniti il Blow Bar. L'idea è molto semplice: pieghe rapide eseguite alla perfezione. Il motto è: No cuts. No color. Just blowouts, ovvero niente colore, niente tagli, solo pieghe veloci. E in fondo è proprio quello che abbiamo fatto la notte scorsa.”

Nel corso della notte, Mariella Galati e il suo team hanno fornito gratuitamente uno styling professionale alle donne che si erano iscritte, e le stesse iscritte hanno potuto ricevere anche un voucher per poter poi tornare in salone a provare un servizio con uno sconto.

E’ stata una notte all’insegna della bellezza e dell’amicizia tra donne e non solo. Divertimento, musica, selfie, e una atmosfera da backstage. Appuntamento a settembre con un’altra straordinaria iniziativa.

giovedì 22 giugno 2017

Ostuni: sabato 24 giugno 2017 l'evento "Moments in Arts" da Ginogrado Pellicceria Abbigliamento

OSTUNI (BR). Proseguono gli eventi nella città di Ostuni: sabato 24 giugno 2017, dalle ore 18 alle ore 23, presso lo showroom della pellicceria "Ginogrado Abbigliamento" in via Armando Diaz n°58, si svolgerà l'evento dal titolo "Moments in Arts".
Si tratta della fusione di varie forme d'arte made in Puglia: abbigliamento sartoriale, gioielli artigianali e borse rigorosamente realizzate a mano.
Sullo sfondo, i dipinti e le sculture di Carmelo Conte, che sottolineano magicamente la pugliesità del progetto "Moments in Arts".
Per il settore sartoriale espone "Shop in Tour" di Antonella Resta di Francavilla Fontana, per le Sculture di Luce espone l'artista Giuseppe Gargaro, per i gioielli artigianali Sotera "Gioielli d'Arte" e per le borse artigianali Alessandra Fronda "Glam Bags".
Per quel che riguarda l'evento, ha come obiettivo la promozione e la valorizzazione dell'espressione artistica made in Puglia.
Per ulteriori informazioni: "Ginogrado Pellicceria Abbigliamento" via Armando Diaz n°58 72017 Ostuni (BR) - telefono: 3331444533 - Pagina Facebook: https://www.facebook.com/Ginogrado-Pellicceria-628742180662729/.

martedì 13 giugno 2017

Al Premio Moda Città dei Sassi vince la stilista sarda Mara Piras

(credits: De Novi)
MATERA - Grande successo per il Premio Moda “Città dei Sassi” dove sensualità, passione, originalità ed internazionalità hanno caratterizzato la nona edizione del Concorso Internazionale per Stilisti dell’Alta Moda. Lo scopo del concorso è di individuare, valorizzare e premiare creativi, designers per scoprire stilisti emergenti e/o di professionisti nel campo della moda femminile e di valorizzarne il talento nella splendida  cornice dei  “Sassi” di Matera (Patrimonio Unesco dell’Umanità e Capitale Europea della Cultura 2019).

La manifestazione giunta alla IX edizione, ideata e organizzata dalla Publimusic.com di Sabrina Gallitto e Officina della Cultura, direttore artistico Enzo Centonze, direttore format Paolo Fumarulo,  regia e coreografie di Stefania Coralluzzo, coordinatore tecnico Vincenzo Scasciamacchia, ufficio stampa  e pubbliche relazioni Nicola Altomonte, fitting Harscel Srl, casting Centonote Soc. Coop.va, segreteria organizzativa Terry Natale, assistenza costumista  Silvana Santeramo, allestimenti tecnici Saverio Morcinelli, audio luci e video Sound Planet Service, noleggio/vendita macchine e attrezzature Gruppo Festa, responsabile tecnico Studio Giesse di Gaetano Santoruvo che ha visto la conduzione della showgirl e attrice Laura Lena Forgia coadiuvata dalla giornalista Annamaria Sodano, svoltasi nella splendida e suggestiva Piazza San Pietro Caveoso – Matera.

Media partner “CHI E’ CHI”, Fashion Channel, Book, TRM network, realizzata con il patrocinio della Regione Basilicata, della Provincia e Comune di Matera,  dell’APT Azienda di Promozione Turistica della Basilicata, della Lucana Film Commission, del CNA Federmoda e CNA  Cinema Basilicata.

Ospiti istituzionali presenti alla  manifestazione: Raffaello De Ruggieri (Sindaco del Comune di Matera), Mariano Schiavone (Direttore Generale dell’Apt Basilicata) e Nicola Timpone (Direttore del Gruppo Locale (Gal) “La Cittadella del Sapere” e Coordinatore Area Relazioni Istituzionali e Relazioni per Marketing della Lucana Film Commission).

Pace, uguaglianza e integrazione tra i popoli senza distinzione di razze, colori e culture questo è il messaggio che ha voluto lanciare da Matera (Capitale Europea della Cultura 2019). il Premio Moda “Città dei Sassi” con l’Associazione Cultuale Officina della Cultura di Matera e l‘Associazione No Profit African Fashion Gate (AFG) che sostiene un programma di sviluppo sociale e culturale ideato da Nicola Paparusso e patrocinato dal Ministero della Cultura e della Comunicazione del Senegal. L’obiettivo è favorire lo sviluppo sociale e culturale dell’Africa  attraverso la moda e l’arte. La passerella di Matera sulle quale hanno sfilato le modelle di AFG, ha rappresentato un ponte simbolico oltre per promuovere nel mondo le modelle africane e quindi esportare la loro rara bellezza anche  per promuovere il dialogo interculturale, l’osmosi e la contaminazione tra i vari linguaggi artistici.

A decretare i vincitori una prestigiosa giuria internazionale di addetti ai lavori (giornalisti, stilisti, esperti del settore, associazioni di categoria): La giuria composta dai creatori di moda: Lorenzo Riva, (stilista), Gianni Molaro (stilista) Michele Miglionico (stilista),  Paolo Fumarulo (stilista), dai giornalisti: Luciana Boccardi (Il Gazzettino), Paola Cacianti (storica critica di moda, Rai1 “Top- Tutto quanto fa tendenza”), Daniela Colucci (Rai2 Tg2 Costume e Società), Cristiana Schieppati (CHI E’ CHI) Fabiana Giacomotti (Il Foglio e docente di Scienze della Moda e del Costume all’Università di Roma La Sapienza),  Marzio Nocera (Fashion Channel),  Sofia Catalano (Giornale di Sicilia – Oggi), Nicole Fouquè (Quotidiano Nazionale – Quotidiano.net), Michele Capolupo (Sassilive.it), Anna Larato (La Gazzetta del Mezzogiorno), Mariangela Lisanti (Il Quotidiano del Sud), Franco Martina (Ansa), Rosita Stella Brienza (Repubblica e La Nuova Basilicata), Francesca Rodolfo (TgNorba24), imprenditore tessile: Beppe Pisani (Serikos Collezioni &Tessili), esperti di moda: Nicola Paparusso (segretario generale dell’African Fashion Gate), Angelo Mellone (autore e conduttore del magazine di Rai1 “Top – Tutto quanto fa tendenza”), Rosalba Stasolla (docente di Storia del Costume), Tony Caravano (collezionista di moda), Sabina Albano (docente all’Accademia delle Belle Arti di Fashion Design di Catania); dalle associazioni di categoria: Leo Montemurro (CNA-Federmoda e CNA Cinema Baslicata).

Sette i concorrenti in gara: Dalila Palumbo, Dimitar Dradi, Ilenia Barone, Ilenia Donati, Iole Trombetta, Mara Piras, Simone La Bella.

Vincitore della nona edizione del Premio Moda “Città dei Sassi” è stata la stilista sarda Mara Piras, (premio consegnato dal sindaco Raffaello De Ruggieri). Il Premio Moda al Cinema (quest’anno dedicato all’attrice Ingrid Bergman icona del cinema e dello stile nel mondo consegnato dall’attrice Elisabetta Pellini) e Premio “Serikos” (consegnato dall’imprenditore tessile Beppe Pisani) sono stati assegnati allo stilista Simone La Bella.

Il Premio Moda “Matera 2019” (consegnato dal rappresentante del CNA Federmoda Leo Montemurro) è stato assegnato alla stilista pugliese Dalila Palumbo alla quale è stato anche riconosciuto il Premio Speciale “CHI E’ CHI” consegnato dal direttore responsabile Cristiana Schieppati con la motivazione “Ha saputo cogliere e trasmettere un segnale di unione della diversità”.

Nel corso della serata sono stati assegnati altri premi:
Premio alla Carriera alla giornalista Luciana Boccardi, Premio alla Carriera allo stilista Lorenzo Riva, Premio Speciale Moda allo stilista Gianni Molaro, Premio Speciale Moda allo stilista Michele Miglionico, Premio Speciale Cinema all’attrice Elisabetta Pellini, Premio Speciale Moda e Cultura al Segretario Generale dell’African Fashion Gate Nicola Paparusso, Premio Speciale Moda e Territorio al Direttore Generale dell’Apt Basilicata   Mariano Schiavone.

(credits: Dellatti)
A dare il via all’evento è stata la commemorazione dei 20 anni dalla tragica scomparsa di Gianni Versace, una delle menti più fervide del fashion system, lo stilista più amato , quello più imitato e mai dimenticato. In tale occasione sono stati presentati al pubblico alcune creazioni degli anni ’90 di Gianni Versace della collezione privata di Tony Caravano, raffinato collezionista partenopeo che ha fatto della sua grande passione un vero e proprio stile di vita.

A seguire la proiezione di un video dedicato all’attrice Ingrid Bergman, la presentazione  della borsa “Ingrid” che la stilista Elisabetta Armellin per V73 ha creato appositamente  in occasione  del Centenario della nascita dell’attrice che ha fatto dono al Museo di Palazzo Mocenigo e della creazione dello stilista Paolo Fumarulo, che ha voluto interpretare con il suo abito da sera l’immagine dell’indimenticabile attrice icona di eleganza.

Lo spazio poi è stato dedicato ai giovani stilisti con le sfilate dei concorrenti:
la stilista Dalila Palumbo si è ispirata all’argomento molto sentito e dibattuto tra le nostre generazioni, l’Omosessualità intesa non più come diversità, ma parte integrante di un complesso e sfaccettato tessuto sociale, il tema della collezione di Dimitar Dradi  è “The Crown of Love” vede realizzati capi in carta ed ecopelle con l’arte degli origami e grossi volumi che traggono ispirazione dal fetish africano, la collezione presentata da Ilenia Barone è ispirata alle bellezze naturali del Bel Paese, collezione ispirata ai balli in maschera tipici del XVIII secolo quella di Ilenia Donati, è ispirata a una delle ultime opere di Gustav Klimt la “Donna con  ventaglio” la collezione di Mara Piras, “Stuck in the Rocks” il tema della collezione di Simone La Bella che vuole dimostrare che non bisogna per forza indossare  seta accostata a diamanti in abiti a sirena per essere raffinati. A chiudere la gara Iole Trombetta con la sua collezione “Natura Sottomarina” ispirata alle sfumature del mare, ai coralli ed ai pesci tropicali.

A chiudere i protagonisti veterani dell’Alta Moda: lo stilista Michele Miglionico con una  anteprima della sua prossima collezione di alta moda “Smoking Couture”, Gianni Molaro che ha presentato degli outfits che rappresentano un po’ il suo percorso storico nella Haute Couture.  A chiudere la serata gli abiti eleganti e sfarzosi di Lorenzo Riva che da sempre è interprete del bon-ton italiano.

A rendere ancora più magica la serata è stata la performance musicale del gruppo “L’altro ‘900”, nato a Matera nel 2000 ad opera di musicisti lucani tutti diplomati al Conservatorio Statale di Musica  Duni.

A completare il look delle modelle hair stylist: Biolab-Hair (Napoli) ed Estilo di Vincenzo Di Liddo (Matera),  mentre make up artist: Academy di Antonio Riccardo (Napoli), le fotografie sono di Paolo De Novi, Enzo Dell’Atti e Brunella Armaiuoli.

Grande successo del Premio Moda Città dei Sassi 2017 anche grazie alla presentazione  nella  Chiesa del Cristo Flagellato – Complesso San Rocco - Piazza San Giovanni – Matera del libro “CON INGRID tra colline viola (ed. Supernova) di Luciana Boccardi,  veterana giornalista veneziana esperta nel campo della moda e del costume, sono intervenuti Elisabetta Pellini (attrice), Paride Leporace (Direttore Generale della Lucana Film Commission), Elisabetta Armellin (stilista) e la moderatrice Rosalba Stasolla (Docente di Storia del Costume).

Un libro scritto dall’autrice per il centenario della nascita di Ingrid Bergman (1915-2015), che la stampa di tutto il mondo ha ricordato (successo, film, amori...). Nella storia della sua vita c'è comunque solo una giornata che non si legge in nessuna delle pagine dedicate all'attrice perché fino ad oggi sconosciuta, inedita: la giornata della giornalista Luciana Boccardi con Ingrid, nel lontano 1977, ad Asolo. In questo volume, oltre a frammenti da Una vita per il Cinema, si riportano le testimonianze rilasciate allora per il "dossier" (Tribute to Ingrid 1983) da personaggi di grande statura intellettuale accanto a quelle di personalità intervistate oggi. Alla domanda che chiude il libro, "Qual è il 'colore' di Ingrid?", rispondono le più belle firme del giornalismo di moda italiano.

In tale occasione è stata presentata una mostra di n. 10 scatti fotografici originali dell’attrice “per gentile concessione di Giulio Malgara” che furono esposti al Teatro la Fenice di Venezia il 30 agosto 1083 durante il Festival del Cinema di Venezia  per la commemorazione a un anno dalla sua morte ”Tribute to Ingrid” che riunì i divi di Hollywood, lo star-system Internazionale e il mondo della cultura.

Al Premio Moda Città dei Sassi 2017 ha visto la presenza di MAVIVE dei Vidal, la dinastia veneziana del profumo,  con la distribuzione al pubblico della serata  di campioncini omaggio del profumo. Il profumo donato è la “Rosa Moceniga”, in ricordo a Ingrid Bergman.

Rosa Moceniga è un progetto ambizioso che il brand The Merchant of Venice ha deciso di sviluppare per omaggiare un fiore sofisticato, la cui storia ha origini antiche che si ricollegano alla tradizione profumiera veneziana.

La presenza di queste gocce di profumo dell’azienda veneziana (Mavive), offerte agli ospiti del Premio Moda “Città dei Sassi”,  rappresenta una sorta di fil Rouge che unisce la città magica di Matera alla magia di Venezia.

Una Matera diversa, piena di fascino e intrisa di evocazione, bellezza, solidarietà e internazionalità. Una eleganza, romantica e lieve, efficace per far conoscere culture diverse, per valorizzare e salvaguardare la Lucanità e il “Made in Italy” unici nel mondo.

sabato 10 giugno 2017

'Lecce Fashion Weekend', la festa raddoppia

GALLIPOLI - Domani ultimo giorno di festa con“Lecce Fashion Weekend”, rassegna organizzata da Elisabetta Bedori e dall’agenzia “Alta Voce” con il patrocino del Comune di Campi Salentina (assessorato alle Attività produttive e marketing del territorio e turismo) e presentata dalla giornalista moda dell’emittente LA 7 Cinzia Malvini. Appuntamento infatti domani alle 16.30 per un affollatissimo hairevent, con bagno incluso, presso il Samsara Beach di Gallipoli; la festa poi si sposterà dalle 22 al RioBo di Gallipoli per chiudere in bellezza la diciottesima edizione di una manifestazione che ormai coinvolge personaggi fashion e creativi di settore da tutta l’Italia, e non solo.

Questa edizione della sfilata ha visto la presenza straordinaria in passerella della Maison Gattinoni, e nel parterre degli ospiti, oltre a molti giornalisti e blogger, anche il presidente della casa di moda romana,Stefano Dominella.

Tra gli altri ospiti della rassegna - che si avvale del coordinamento tecnico-logistico di Vincenzo Longo, delle coreografie e della regia di Rossano Giuppa, del coordinamento backstage di Mimmo Cionfoli e del supporto tecnico di Fabrizio Vetrugno – anche Franco Fatone, Tg2 Costume& società; Bruna Rossi, fashion director del magazine “Io Donna” (Corriere della Sera); Marco Cipolla, fashion contributor del Messaggero.it; Michela Zio, giornalista MFashion e talent scout per la fiera “White” di Milano; Edoardo De Giorgio, capo ufficio stampa della Maison Gattinoni.

martedì 6 giugno 2017

E' tutto pronto per il Premio Moda 'Città dei Sassi'

(credits_Dell'Atti)
MATERA - Il Premio Moda “Città dei Sassi “ è un evento interamente dedicato ai giovani stilisti , designers e artigiani creativi dell’Alta Moda. Il Concorso – nato nel 2008 dalla passione che caratterizza la Publimusic . com di Sabrina Gallitto assieme a Officina della Cultura – ha lo scopo di individuare e premiare creatori fashion designer per scoprire stilisti emergenti e/e professionisti nel campo della moda femminile e per valorizzare il talento nella cornice dei “Sassi” di Matera (Patrimonio UNESCO dell’Umanità, decretata capitale europea della Cultura 2019), paesaggio suggestivo e unico al mondo scelto da grandi registi, da Pier Paolo Pasolini, Mel Gibson, Timur Bekmambetov e Patty Jenkins come scenografia a cielo aperto per girare famose pellicole come “Il Vangelo secondo Matteo”, “The Passion”, “Ben Hur” e “Wonder Woman”.

(credits_Dell'Atti)
La manifestazione, giunta alla sua IX^ edizione - ideata e organizzata dalla Publimusic.com di Sabrina Gallitto e Officina della Cultura; direttore artistico Enzo Centonze, direttore format Paolo Fumarulo, regìa e coreografie di Stefania Coralluzzo, coordinatore tecnico Vincenzo Scasciamacchia, ufficio stampa e pubbliche relazioni Nicola Altomonte, fitting Harschel Srt. , casting Centonote Soc. Coop.va, segreteria organizzativa Terry Natale, assistenza costumista Silvana Santeramo, allestimenti tecnici Saverio Morcinelli, audio, luci e video Sound Planet Service, noleggio/vendita macchine e attrezzature Gruppo Festa, responsabile tecnico Studio Giesse di Gaetano Santoruvo - vedrà il suo clou il 10 giugno 2017 alle ore 20.30 nella splendida Piazza San Pietro Caveoso di Matera, con la conduzione della showgirl e attrice Laura Lena Forgia coadiuvata dalla giornalista Annamaria Sodano.

A rendere ancora più magica la serata sarà la performance musicale del gruppo “L’altro ‘900”, nato a Matera nel 2000 ad opera di musicisti lucani tutti diplomati al Conservatorio Statale di Musica Duni. --- Media partner “CHI E’ CHI”, Fashion Channel, Book, TRM network. Realizzata con il patrocinio e la collaborazione della Regione Basilicata, della Provincia e Comune di Matera, dell’APT Azienda di Promozione Turistica della Basilicata, della Lucana Film Commission, del CNA Federmoda e CNA Cinema Basilicata.

lunedì 5 giugno 2017

Lorena canta l'amore nel brano 'Dimentica'

DI REDAZIONE - Una ballad ricca di emozione 'Dimentica' il nuovo singolo della cantante lucana Lorena. Dopo il precedente brano T'innamorerai' pubblicato a marzo 2016 e scritto da Massimo Tornese, la giovane cantante di Melfi, pubblica il suo secondo singolo che racconta delle difficoltà che vive una relazione.

Il brano, accompagnato anche dal videoclip, è stato scritto da Giulio Iozzi( che ha curato anche gli arrangiamenti la registrazione e la produzione) e Alessandro Secci. Lorena Ticchio, nome d'arte Lorena, nasce il 28/08/1990 a Melfi (PZ). Già durante l'infanzia mostra il proprio interesse verso la musica e così, all'età di 10 anni inizia a studiare tastiera e in seguito, quasi per gioco, comincia a cantare.

All'età di 14 anni decide di incidere un disco fatto di cover e un brano inedito "Le tue mani nelle mie" scritto e composto dal maestro Altieri Alessandro che l'ha sempre seguita. Nello stesso anno partecipa al "Premio Mia Martini" classificandosi semifinalista a San Benedetto del Tronto. Negli anni successivi seguono esibizioni con band locali.

Nel 2006 inizia a cantare come corista in una cover band di Zucchero Fornaciari "Zucchero Dipendenti", seguono partecipazioni a vari festival e concorsi canori. Nel 2008 partecipa ai provini "X Factor" e "Amici".Attualmente collabora in varie situazioni tra cui il trio acustico "Tempo Zero" e la band "Vittima Modà Tribute Band".

Cavallino Treporti: su due ruote nel cuore della Laguna Veneta

Ecco una meta perfetta per le famiglie, ma che ha molto da offrire anche ai giovani. Siamonel lembo di terra che separa la Laguna Veneta dal Mare Adriatico: qui sorge Cavallino Treporti, rinomata località balneare del territorio veneziano, ubicata proprio al confine con Jesolo, da cui è separata solo dal fiume Sile.

Ciò che ha trasformato Cavallino Treporti in una delle mete più ambite per le vacanze al mare in Veneto è la presenza di circa una trentina di campeggi e villaggi attrezzatissimi di ogni servizio - tra piscine, cinema, centri benessere, spazi gioco e molto altro ancora. Quello che si configura come un vero e proprio paradiso per gli amanti del campeggio e delle vacanze all’aria aperta si trova immerso in un contesto naturalistico di fascino, a metà tra il mare e la laguna, con una cornice verde costellata di borghi lagunari - come Ca' Savio, LioGrando e Ca' Vio - valli da pesca, barene e pinete, che offrono interessanti opportunità anche sul fronte escursionistico.

Tra le esperienze da non perdere a Cavallino Treporti vi è quella offerta dai suoi itinerari ciclabili, che snodandosi lungo il litorale e le aree lagunari, consentono di scoprire il volto più interessante del patrimonio ambientale veneziano. Tra i percorsi possibili, la Ciclovia Laguna Nord di Venezia è una delle opzioni più interessanti, perfetta anche per un'escursione in giornata da Venezia. Il percorso si sviluppa per circa 40 chilometri a partire da Punta Sabbioni, frazione di Cavallino, sino al borgo di Lio Piccolo, passando lungo il Sile e toccando, tra i principali punti d'interesse, Jesolo, Forte Vecchio, Villa Boldù e la Conca storica di Navigazione.

Si parte dall'attracco Actv di Punta Sabbioni, costeggiando la laguna sul lungomare San Felice per circa un chilometro, sino al Forte Vecchio, un'affascinante fortificazione risalente al XIX secolo, per poi attraversare la pista ciclabile sul canale lagunare di Treporti e quella di Pordelio, tra scenari paesaggistici affascinanti costellati da orti e cascine, dove è anche possibile acquistare prodotti locali – ovviamente a chilometro zero! Si prosegue per Lio Piccolo, uno dei borghi più affascinanti della Laguna Nord: si tratta di un centro di origine medievale, che vanta diversi monumenti di pregio, come Villa Boldù, la Caserma del Mandracio e le torri ottocentesche di via Pordelio. Quest'ultima conduce nuovamente al centro di Cavallino, dove si può visitare la Chiesa di Santa Maria Elisabetta, prima di proseguire, attraverso il canale Casson, verso la Conca di Navigazione, che conserva intatta la targa settecentesca con gli importi di pedaggio per ciascun tipo di imbarcazione, e concludere così l'itinerario.

Informazioni utili - Il punto d'appoggio ideale per chi arriva da fuori è Jesolo. Oltre alla posizione privilegiata, Jesolo garantisce infatti un’ottima offerta a livello ricettivo e di servizi turistici. Potete dare uno sguardo a Expedia hotel per farvi un'idea degli alloggi disponibili, mentre la sezione Bike Sharing del sito turistico del Comune dà utili informazioni sul servizio di noleggio bici, qualora non ne possediate una.

mercoledì 24 maggio 2017

Michele Miglionico alla conquista della Cina

SHANGHAI - Il 27 maggio 2017 alle ore 19.30, in occasione dell’Italy Festival 2017 che si terrà nella splendida cornice di Jiefangbei Square nel cuore della metropoli Chongqing (Cina), gli stilisti Michele Miglionico, Gai Mattiolo, Nino Lettieri, Giada Curti in rappresentanza dell’Alta Moda Italiana presenteranno le loro creazioni di Alta Moda, con la direzione del noto regista di eventi di moda e spettacolo a livello internazionale Alessandro Mazzini  della produzione Mazzini Eventi.

L’evento “Italy Festival 2017”, organizzato dal Comitato Amministrativo del CBD di Jiefangbei sostenuto dalla Camera di Commercio Cina-Italia, dal Consolato Generale d’Italia a Chongqing e dal World Financial Center di Chongqing, è stato inaugurato il 17 maggio scorso e vedrà la sua conclusione il 27 maggio. Lo scopo di tale evento è quello di celebrare le eccellenze italiane nel campo del fashion, sport, design, enogastronomia, automotive, arte e musica.

Lo stilista Michele Miglionico in tale occasione presenterà 18 outfits, un’antologia delle sue collezioni total red,  quale omaggio alla Cina. Nella cultura cinese il colore rosso simboleggia la fortuna e la gioia, lo si trova ovunque durante la celebrazione del capodanno cinese, feste popolari, riunioni familiari, ed è associato al comunismo ed è il colore predominante della bandiera della Repubblica Popolare Cinese.

Tra le creazioni che verranno presentate all’evento “Italy Festival 2017” ci saranno anche quelle delle “Madonne Lucane” che raccontano il patrimonio artistico-culturale della sua terra di origine la Basilicata esaltando gli elementi del costume lucano, dell’artigianalità, della sacralità costruendo una connessione con il contemporaneo  ispirandosi alle Madonne venerate in questa terra e portate in processione, alle figure femminili e alla sua cultura popolare.

“Italy Festival 2017” è uno straordinario viaggio nell’eccellenze del Made in Italy, una vera passeggiata emozionale nello stile, tra tradizione, innovazione, modernità, contemporaneità e creatività italiana.

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

 
Design by Unicorn Sites | BARI | Copyright © 2012