Nasce la Camera della Moda Puglia – Basilicata – Campania – Molise

BARI - Un punto di riferimento per tutte le realtà imprenditoriali e iniziative volte alla valorizzazione e promozione dello stile, del c...

giovedì 25 agosto 2016

E-commerce e ristorazione: avanza Gastrodomus

Sempre più italiani si affidano alla comodità e alla sicurezza degli acquisti online offerta dall'e-commerce e così fanno shopping e acquisti, comprando articoli di tutti i tipi. Sono molte le varietà di siti web attivi online nella vendita di prodotti e ciascuno si occupa di una particolare gamma di oggetti.

Da quelli specializzati nella tecnologia a quelli dedicati agli indumenti. A farsi spazio nell'ambito della ristorazione è invece un portale attivo già dal 2012, che nei tempi più recenti sta diventando sempre più popolare fra gli acquirenti del settore.

Stiamo parlando di Gastrodomus.it, azienda che mette sul mercato una serie di macchine capaci di soddisfare tutte le necessità dei ristoratori. Una volta collegati ad internet, sarà davvero semplice scoprire tutte le attrezzature Gastrodomus

Grazie all'intuitivo sito web - infatti - potrete curiosare fra tutti i prodotti disponibili, andando anche alla ricerca delle ultime novità in commercio. Acquistare sarà comodo, facile e sicuro. Gastrodomus mette infatti a disposizione una chat con cui offre costante supporto ad ognuno dei suoi clienti. Inoltre, è disponibile anche un numero verde, al quale telefonare per ricevere ogni sorta di chiarimento. 

Il marchio Gastrodomus nasce a seguito di oltre vent'anni d'esperienza del suo fondatore ed oggi vanta un'ottima fama nell'ambito della ristorazione, dovuta soprattutto all'ineguagliabile rapporto fra qualità e prezzo di tutti gli articoli in vendita, che non scordano di eccellere anche in qualità ed efficienza.

Come fare, però, se non siete imprenditori del settore? Non c'è da preoccuparsi! Le attrezzature Gastrodomus, infatti, sono ideali tanto per i professionisti, quanto per i privati!

lunedì 8 agosto 2016

Nasce la Camera della Moda Puglia – Basilicata – Campania – Molise

BARI - Un punto di riferimento per tutte le realtà imprenditoriali e iniziative volte alla valorizzazione e promozione dello stile, del costume e della moda.

È la Camera della Moda Puglia – Basilicata – Campania – Molise, costituita pochi giorni fa dalla Carmen Martorana Eventi. Un approdo naturale per l’agenzia di moda e spettacolo meridionale affermatasi negli anni anche oltre i confini nazionali con il suo International Award Top Fashion Model e con collaborazioni per le più importanti fashion week del territorio.

L’associazione, che avrà come presidente onorario Roberto Guarducci, stilista che ha lavorato per più di vent’anni nella maison Fendi, si propone di disciplinare, coordinare e promuovere lo sviluppo della moda pugliese, lucana, campana e molisana, tutelandone, coordinandone e potenziandone l’immagine sia in Italia che all'estero. Ha anche l’intento di attuare una politica di supporto organizzativo finalizzata alla conoscenza, alla promozione e allo sviluppo della moda attraverso l’organizzazione di eventi di alta levatura che abbiano un filo conduttore in grado di legare fashion, arte, cultura e gusto.

Si occuperà di tutto ciò che gravita attorno al mondo della moda e dello spettacolo con corsi di fashion designer, fotografia, posa fotografica, portamento, hair style & make up, comunicazione, cinema, televisione, teatro, danza e canto, oltre che di accogliere creatori d’abiti d’alta moda, prêt-à-porter o sportivi, accessoristi, jewel designer, hair stylist, make up o nail artist, fotografi e tutti gli operatori del settore.

«Unendo le diverse professionalità ed esperienze - dichiara il presidente onorario Roberto Guarducci - la nascente Camera della Moda Puglia – Basilicata – Campania – Molise riuscirà a rappresentare i più alti valori culturali e ad affermare il valore dell'ingegno meridionale oltre ogni confine».

giovedì 21 luglio 2016

Dal Salento arriva il giovane talento di Sophia Decò

In tutte le radio italiane e nei digital store è disponibile ‘E Adesso’ il singolo d’esordio della giovanissima cantante leccese Sophia Decò, scritto dal noto autore e produttore della Warner Music Italia Andrea Amati. Il brano – spiega Sophia – racconta della mia passione per la musica e di come mi riempia la vita e si per me il centro dell’universo’. ​Sophia Cocciolo , in arte Sophia Deco’, è nata a Lecce il 18 novembre del 2005 . Ha 10 anni ed ​ha frequentato la classe quinta della scuola primaria; inoltre frequenta a pieni voti il secondo anno della classe di canto Jazz del Conservatorio di musica Tito Schipa di Lecce, (è la più piccola che sia mai stata mai ammessa alla classe di canto jazz del conservatorio ). Sophia canta da sempre, secondo alcuni specialisti, la voce così bassa e unica dipende da una speciale conformazione delle corde vocali, molto simile a quella che rese Maria Callas, la stella della musica. Sin da piccola ha partec​ipato a ​diverse manifestazioni canore come il “Festival Show junior” nel 2013, fino a vincere le selezioni 2015 di “Io canto” .​Viene notata da un noto producer locale grazie al quale Sophia incide il suo primo singolo ”E Adesso” che in pochi giorni​, ​raggiunge più di 265mila visualizzazioni su youtube.

mercoledì 25 maggio 2016

Doremiflo: ‘’Senza il ciuffo non sono più io’’

di Redazione - Eclettica, originale e senza etichette. Con L’amore 3.0” la cantautrice ligure Doremiflo, fa il suo ingresso nel panorama musicale italiano. Il brano è estratto dall’Ep “Ambigua”, già disponibile nei principali digital store (distribuzione Made in Etaly).

L’ Ep: “Fucsia: il colore dell’ambiguità… passionalità e freddezza, aggressività e dolcezza, maturità e spensieratezza. Un mix di ossimori per il nuovo EP di Doremiflo “Ambigua” targato Riserva Sonora, un’ etichetta discografica indipendente tra le più attive in Italia,suoni elettro-pop dalla personalità decisa che ondeggiano tra il pop-rock frizzante e la grazia malinconica della ballad.

Doremiflo partirà anche in un lungo tour promozionale: ecco le prime date confermate. Piombino – Livorno (4 Giugno e 2 Luglio), Bologna “Alchemica” (18 Giugno), Roma “Cotton Club” (26 Giugno) e Genova “Porto Antico” (4 Agosto).

Perchè Doremiflo?
‘’Doremiflo nasce come titolo di una mia mostra di quadri, spiegavo ogni quadro con una canzone,
cosa meglio della musica e dell’arte riescono ad emozionare? Poi mi piaceva talmente tanto che
ho deciso doveva essere il mio nome d’arte, rimane in testa ed è originale’’.

Come nasce ‘L’Amore 3.0?
‘’Nasce pensando a un nuovo tipo di amore, quello veloce, fatto di messaggini, chat, faccine e
cuoricini che si scambiano alla velocità di un click. Mi piaceva l’idea di parlarne con in termini
social, twittami…linkami… postami’’.

Quando ti sei avvicinata alla musica?
‘’Da piccola quando ho cominciato a imbracciare una chitarra, poi abbandonata e ripresa. Ricordo
che in macchina e in casa c’era sempre la musica accesa, Nannini, Blues Brothers, Michael
Jakcson, Battisti, Tina Turner, Mina, Queen… la musica che ascoltavano i miei genitori. E io non
facevo altro che cantare, cantare e cantare. Poi a 16 anni ho deciso che avrei dovuto scrivere,
da lì la prima canzone, che canto ancora adesso in uno dei suoi mille arrangiamenti diversi. Non
mi sono più fermata, sono passata dal funky al rock, fino al pop elettronico di oggi. E come da
piccola, ho la musica sempre accesa’’.

Quali sono le artisti che hanno influenzato il tuo percorso artistico?
‘’Carmen Consoli per prima, attraverso il suo modo di scrivere e di porsi sul palco mi ha dato una
scossa dentro, la spinta a scrivere qualcosa di mio. Poi credo che buona parte l’abbiano fatta
anche Skin e Tina Turner con la loro grinta’’.

Segui la moda?
‘No, diciamo che abbigliamento trucco e taglio di capelli seguono la moda fino a che inizia il
modo di portarla. Mi piacciono i colori, ho scelto il fucsia perché da un paio di anni era di moda,
poi è diventato uno stile di vita. Ha un suo carattere ben definito che mi rappresenta, se
passasse di moda continuerei ad indossarlo, è il mio marchio di fabbrica, un brand! E poi il
ciuffo, ormai che sia di moda o no, senza non sono più io’’.

Un palco dove ti piacerebbe esibirti?
‘’Senza ombra di dubbio quello inarrivabile di Sanremo. Lo sognavo a 16 anni quando scrivevo le
prime canzoni e mi ci immagino sopra ancora adesso. Tanto criticato quanto inseguito, rimane
sempre e comunque l’appuntamento più importante della musica italiana, nella settimana del festival tutto si ferma’’.

venerdì 20 maggio 2016

Vacanze a Creta: la Canea

Ha davvero bisogno di presentazioni? Creta, la maggiore isola della Grecia e la quinta del Mediterraneo per estensione, è una delle destinazioni europee più amate per le vacanze al mare. A renderla una meta di viaggio speciale è la sua variegata proposta turistica: esplorare il patrimonio culturale di antiche civiltà, godere dei privilegi di alcune delle spiagge più belle d’Europa, ammirare spettacolari paesaggi di montagna e, naturalmente, scoprire le ricche tradizioni culinarie della gastronomia greca, sono solo alcune delle possibilità a disposizione dei viaggiatori.

La zona de La Canea (Chanià in greco e Hanya in turco), in particolare, è il luogo perfetto per chi vuole accedere alla miscela più completa di attrattive. Adagiato nella parte occidentale dell’isola, il territorio di questo comune custodisce, innanzitutto, un patrimonio naturale di grande fascino, che fa del Parco Nazionale Samariá Gorge la sua punta di diamante. Questa rinomata Riserva della Biosfera, adagiata tra le vette della catena montuosa delle Montagne Bianche (Lefká Óri) e il Monte Volakias, ben si presta alle escursioni e alle attività all’aria aperta.

Il mare, ovviamente, è sempre uno dei protagonisti assoluti. La Canea vanta infatti circa un centinaio di spiagge, calette e baie immacolate, lambite da acque dalle sfumature che vanno dallo smeraldo più brillante al turchese più acceso, ben radicate nell’immaginario vacanziero dipinto da Yalla Yalla e gli altri portali di viaggio. Tra le più belle, ricordiamo la Laguna di Balos, Falasarna e Elafonissi - ma la lista è davvero lunga.

Molto ricco è anche il patrimonio storico ed artistico, che raggiunge il massimo del suo splendore nella città di Canea, l’ex capitale di Creta, attualmente uno dei suoi centri culturali più vivaci. Percorrendo i vicoli labirintici della città, si incontra un affascinante susseguirsi di palazzi veneziani, fontane, chiese e altri monumenti storici notevoli. Di particolare interesse è la Città Vecchia, dove i portoni delle case recano ancora gli stemmi veneziani originali del XVI secolo. La parte della Città Vecchia ubicata nei pressi del porto, a quell’epoca, era circondata da mura di stampo veneziano, di cui oggi è ancora possibile ammirare i bastioni, sopravvissuti quasi intatti al passare del tempo, specialmente nel caso dei forti di Schiavo, San Salvatore e Sabbionara. Spostandosi nella parte più alta della città, invece, si incontra il quartiere fortificato di Kastelli, che rappresenta l’insediamento più antico della regione, come testimoniato dai numerosi ritrovamenti di epoca minoica.

E se tutto questo non fosse ancora sufficiente, ecco un altro motivo per pianificare le proprie vacanze in Grecia in questo splendido lembo di terra: La Canea è considerata un vero paradiso per gli amanti del buon cibo e del buon vino. Infatti, nei numerosi ristorantini che si affacciano sul Porto Veneziano e nelle cantine del centro, è possibile degustare il meglio della cucina cretese, accompagnata da ottimi vini di produzione locale.

Sperlonga: non solo mare

Nota come una delle località marittime più rinomate della costa laziale, Sperlonga offre numerose possibilità al visitatore che non si accontenta della solita vacanza al mare. Infatti, questo borgo marinaro della Provincia di Latina dispone di un’offerta culturale e naturalistica altrettanto stimolante, anche se forse meno conosciuta.

Sperlonga, innanzitutto, può vantare un notevole patrimonio storico e culturale, ben noto agli appassionati di tesori archeologici. Vero e proprio gioiello in tal senso è la celebre Villa di Tiberio, un complesso di edifici fatto costruire nel I secolo d.C. dal medesimo imperatore. Oggi, la villa rappresenta uno dei maggiori siti storici della regione, nonché uno dei più suggestivi, dato che include un’affascinante grotta naturale e si affaccia sulla costa. La maggior parte dei reperti scultorei che un tempo ne ornavano gli spazi oggi può essere ammirata all’interno del Museo Archeologico Nazionale, ubicato proprio al di sopra delle rovine della villa.

Non sono certo da meno le attrattive sul fronte naturalistico. Sperlonga, infatti, sorge ai Piedi dei Monti Ausoni e, insieme al Comune di Minturno, fa parte del Parco Regionale Riviera di Ulisse, una splendida riserva protetta che ricama la costa meridionale del Lazio con un susseguirsi di promontori, falesie e grotte naturali, contornate da una vegetazione mediterranea ricca di specie rare ed endemismi. Nel territorio del parco, si incontrano numerosi sentieri e itinerari che si snodano attraverso paesaggi di rara bellezza, con scorci scenografici su un mare dalle sfumature turchesi e una flora dal verde brillante. In questa cornice, gli hotel a Sperlonga diventano un must anche per gli amanti del free climbing. Infatti, non tutti sanno che, nel tratto che congiunge il Comune di Sperlonga con Gaeta, si concentrano alcune delle pareti d’arrampicata più ambite d’Europa. Tra le più conosciute spiccano le 296 vie delle Pareti di Sperlonga, il Castello invisibile, il Paretone del Chiromante, il Monte Moneta, l'Avancorpo di Destra, la Palestra del Pueblo, la Boca de Cielo, l'Approdo dei Proci, la Grotta dell'Arenauta e, dulcis in fundo, le Falesie Calcaree.

Non stupisce dunque che la perla del Tirreno appartenga al circuito dei Borghi più belli d’Italia e che, di conseguenza, i prezzi dei suoi alloggi non siano proprio economici. Grazie a siti come Expedia, tuttavia, non dovrebbe essere impossibile pianificare una vacanza anche con un budget contenuto: basta tenere d’occhio le offerte periodicamente pubblicate sulla piattaforma, che non di rado includono anche questa splendida località della costa laziale. In alternativa, ci sono sempre i posti letto in appartamenti offerti direttamente dai proprietari o, tempo permettendo, le innumerevoli proposte di campeggio presenti nella zona.

Casa: illuminare con stile

Arredare la propria casa significa, senza ombra di dubbio, decidere di darle un'identità, un carattere ed uno stile. Quando andiamo alla ricerca di nuovi elementi d'arredo, non ci accontentiamo dei primi articoli o delle prime offerte, ma cerchiamo qualcosa che sia capace di rispecchiare il nostro modo di essere e il nostro gusto estetico. Talvolta, però, accade che l'efficienza e la bellezza non vadano di pari passo, lasciandoci ritrovare con arredi belli, ma subito obsoleti, oppure all'avanguardia, ma non in armonia col resto della nostra casa. 

Finalmente, a porre rimedio a questo problema, arriva la pluriennale esperienza di Lovethesign, marchio leader nell'arredamento di interni ed esterni. A ricoprire un ruolo particolarmente importante nelle camere delle nostre abitazioni è l'illuminazione e, non a caso, Lovethesign offre ampio spazio alla luce nel proprio catalogo. Particolarmente interessanti risultano, infatti, le lampade da terra di design, che coniugano estetica e funzionalità senza eguali sul mercato. Che si tratti della zona giorno o della zona notte, Lovethesign saprà soddisfare anche le aspettative dei clienti più esigenti, garantendo articoli di alta qualità. 

Collegati al sito online, scopri l'ampia gamma di lampade a disposizione e scegli quella più consona a casa tua. Dalle lampade da terra dalle linee classiche, a quelle dalle strutture più moderne e stravaganti. Ogni camera, dalla cucina alla camera da letto, dal salone alla camera dei bambini, avrà la sua giusta tonalità di luce. Scegli li modello più adatto alle tue esigenze, ordinalo subito e lasciati coccolare dalle calde atmosfere dell'illuminazione targata Lovethesign.

sabato 16 aprile 2016

La voce raffinata di Ariè conquista tutti: 'Semplice' è il nuovo singolo

Un'artista originale e coinvolgente che lascerà il segno. Con il suo nuovo singolo "Semplice", Ariè segna il suo esordio discografico. Il brano che porta la firma, oltre a quella di Chiara, anche di Alex Marton e Giovanni Germanelli, racconta di sentimenti e consente all' eclettica cantante romana di cimentarsi anche in un pop di qualità, uscendo fuori dalle sue caratteristiche soul. Il brano, accompagnato anche dal videoclip, ha un sound coinvolgente e ricco di emozioni. Ariè si è avvicinata alla musica sin dalla tenera età: aveva 5 anni quando iniziò gli studi di pianoforte. I primi 10 anni li ha dedicati alla musica classica, iniziando a cantare all’accademia di jazz e blues alle Officine Musicali del Borgo all’età di 14 anni. Ha avuto un insegnamento prevalentemente Soul avendo avuto come insegnanti cantanti americani come Claudia Mars e Joy Garrison, celebri cantanti di Chicago. Durante l'anno arriverà anche il suo primo album.

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

 
Design by Unicorn Sites | BARI | Copyright © 2012