lunedì 5 giugno 2017

Cavallino Treporti: su due ruote nel cuore della Laguna Veneta

Ecco una meta perfetta per le famiglie, ma che ha molto da offrire anche ai giovani. Siamonel lembo di terra che separa la Laguna Veneta dal Mare Adriatico: qui sorge Cavallino Treporti, rinomata località balneare del territorio veneziano, ubicata proprio al confine con Jesolo, da cui è separata solo dal fiume Sile.

Ciò che ha trasformato Cavallino Treporti in una delle mete più ambite per le vacanze al mare in Veneto è la presenza di circa una trentina di campeggi e villaggi attrezzatissimi di ogni servizio - tra piscine, cinema, centri benessere, spazi gioco e molto altro ancora. Quello che si configura come un vero e proprio paradiso per gli amanti del campeggio e delle vacanze all’aria aperta si trova immerso in un contesto naturalistico di fascino, a metà tra il mare e la laguna, con una cornice verde costellata di borghi lagunari - come Ca' Savio, LioGrando e Ca' Vio - valli da pesca, barene e pinete, che offrono interessanti opportunità anche sul fronte escursionistico.

Tra le esperienze da non perdere a Cavallino Treporti vi è quella offerta dai suoi itinerari ciclabili, che snodandosi lungo il litorale e le aree lagunari, consentono di scoprire il volto più interessante del patrimonio ambientale veneziano. Tra i percorsi possibili, la Ciclovia Laguna Nord di Venezia è una delle opzioni più interessanti, perfetta anche per un'escursione in giornata da Venezia. Il percorso si sviluppa per circa 40 chilometri a partire da Punta Sabbioni, frazione di Cavallino, sino al borgo di Lio Piccolo, passando lungo il Sile e toccando, tra i principali punti d'interesse, Jesolo, Forte Vecchio, Villa Boldù e la Conca storica di Navigazione.

Si parte dall'attracco Actv di Punta Sabbioni, costeggiando la laguna sul lungomare San Felice per circa un chilometro, sino al Forte Vecchio, un'affascinante fortificazione risalente al XIX secolo, per poi attraversare la pista ciclabile sul canale lagunare di Treporti e quella di Pordelio, tra scenari paesaggistici affascinanti costellati da orti e cascine, dove è anche possibile acquistare prodotti locali – ovviamente a chilometro zero! Si prosegue per Lio Piccolo, uno dei borghi più affascinanti della Laguna Nord: si tratta di un centro di origine medievale, che vanta diversi monumenti di pregio, come Villa Boldù, la Caserma del Mandracio e le torri ottocentesche di via Pordelio. Quest'ultima conduce nuovamente al centro di Cavallino, dove si può visitare la Chiesa di Santa Maria Elisabetta, prima di proseguire, attraverso il canale Casson, verso la Conca di Navigazione, che conserva intatta la targa settecentesca con gli importi di pedaggio per ciascun tipo di imbarcazione, e concludere così l'itinerario.

Informazioni utili - Il punto d'appoggio ideale per chi arriva da fuori è Jesolo. Oltre alla posizione privilegiata, Jesolo garantisce infatti un’ottima offerta a livello ricettivo e di servizi turistici. Potete dare uno sguardo a Expedia hotel per farvi un'idea degli alloggi disponibili, mentre la sezione Bike Sharing del sito turistico del Comune dà utili informazioni sul servizio di noleggio bici, qualora non ne possediate una.

0 commenti:

Posta un commento

 
Design by Unicorn Sites | BARI | Copyright © 2012