venerdì 20 maggio 2016

Sperlonga: non solo mare

Nota come una delle località marittime più rinomate della costa laziale, Sperlonga offre numerose possibilità al visitatore che non si accontenta della solita vacanza al mare. Infatti, questo borgo marinaro della Provincia di Latina dispone di un’offerta culturale e naturalistica altrettanto stimolante, anche se forse meno conosciuta.

Sperlonga, innanzitutto, può vantare un notevole patrimonio storico e culturale, ben noto agli appassionati di tesori archeologici. Vero e proprio gioiello in tal senso è la celebre Villa di Tiberio, un complesso di edifici fatto costruire nel I secolo d.C. dal medesimo imperatore. Oggi, la villa rappresenta uno dei maggiori siti storici della regione, nonché uno dei più suggestivi, dato che include un’affascinante grotta naturale e si affaccia sulla costa. La maggior parte dei reperti scultorei che un tempo ne ornavano gli spazi oggi può essere ammirata all’interno del Museo Archeologico Nazionale, ubicato proprio al di sopra delle rovine della villa.

Non sono certo da meno le attrattive sul fronte naturalistico. Sperlonga, infatti, sorge ai Piedi dei Monti Ausoni e, insieme al Comune di Minturno, fa parte del Parco Regionale Riviera di Ulisse, una splendida riserva protetta che ricama la costa meridionale del Lazio con un susseguirsi di promontori, falesie e grotte naturali, contornate da una vegetazione mediterranea ricca di specie rare ed endemismi. Nel territorio del parco, si incontrano numerosi sentieri e itinerari che si snodano attraverso paesaggi di rara bellezza, con scorci scenografici su un mare dalle sfumature turchesi e una flora dal verde brillante. In questa cornice, gli hotel a Sperlonga diventano un must anche per gli amanti del free climbing. Infatti, non tutti sanno che, nel tratto che congiunge il Comune di Sperlonga con Gaeta, si concentrano alcune delle pareti d’arrampicata più ambite d’Europa. Tra le più conosciute spiccano le 296 vie delle Pareti di Sperlonga, il Castello invisibile, il Paretone del Chiromante, il Monte Moneta, l'Avancorpo di Destra, la Palestra del Pueblo, la Boca de Cielo, l'Approdo dei Proci, la Grotta dell'Arenauta e, dulcis in fundo, le Falesie Calcaree.

Non stupisce dunque che la perla del Tirreno appartenga al circuito dei Borghi più belli d’Italia e che, di conseguenza, i prezzi dei suoi alloggi non siano proprio economici. Grazie a siti come Expedia, tuttavia, non dovrebbe essere impossibile pianificare una vacanza anche con un budget contenuto: basta tenere d’occhio le offerte periodicamente pubblicate sulla piattaforma, che non di rado includono anche questa splendida località della costa laziale. In alternativa, ci sono sempre i posti letto in appartamenti offerti direttamente dai proprietari o, tempo permettendo, le innumerevoli proposte di campeggio presenti nella zona.

0 commenti:

Posta un commento

 
Design by Unicorn Sites | BARI | Copyright © 2012