Wiwo, ''Vertigini'' rappresenta la mia nuova me''

ROMA - E' una giovane artista, un talento che non passerà inosservato. Dal 7 maggio è disponibile in tutti i digital store ed è accompag...

sabato 8 maggio 2021

Wiwo, ''Vertigini'' rappresenta la mia nuova me''



ROMA - E' una giovane artista, un talento che non passerà inosservato. Dal 7 maggio è disponibile in tutti i digital store ed è accompagnato dal videoclip ‘’Vertigini’’ il nuovo singolo della cantautrice Wiwo, prodotto dall’etichetta The Bluestone Records (giovane realtà che punta al lancio di artisti romani).

“Vertigini” - racconta Wiwo -  è uno stato d’animo, un inno alla libertà, nato dopo una lunga fase di lockdown, dove tanti flussi musicali mi attraversavano e tante idee per dei nuovi brani nascevano. Questo pezzo è nato tra le mura della mia casa, a Bologna. Rappresenta quella che sono adesso: le esperienze, i viaggi, gli incontri hanno arricchito il mio bagaglio culturale e hanno dato luce a nuove idee. Vertigini ti fa venir voglia di urlare, oltre che ballare, vivere e conoscere. 

Classe 1992, è una cantautrice con origini calabresi e vive a Bologna. Polistrumentista self-made, spazia tra chitarra, cajon e piano. In soli due anni ha riscosso una vera e propria fanbase sul suo social preferito instagram, che l’ha portata a farsi notare su da artisti e produttori, sia su territorio nazionale che internazionale. 

E’ proprio tramite instagram che la The Bluestone Records la nota, diventando a fine 2019 un’artista ufficiale del suo roster. E’ Max Brigante che ha deciso di portarla con sé, facendola esibire con la cantate Elodie come sua chitarrista. Cittadina del mondo, dal 2012 al 2017 la sua dimora mossa tra Germania, Irlanda e Lussemburgo, ha segnato la sua influenza artistica. Dopo il suo primo singolo "Melodia", che ha superato i 70.000 streams, il nuovo singolo "Vertigini", scritto e composto insieme a Carillon e rebtheprod, e prodotto da rebtheprod e minervae, riserva più di qualche sorpresa al pubblico sempre più ampio che la segue e sostiene. Plus di un forte impatto visivo, Wiwo è riconosciuta come sorprendente interprete. Le sue abilità nel reinventare brani per farli suoi, è infatti la dote che la contraddistingue.

sabato 1 maggio 2021

Carola spopola nelle radio con il nuovo singolo ''Dojo''


TORINO - ''Il mio cuore è come un dojo, se non sei pronto torna dopo. Anzi, se non hai più voglia di lottare fai che non tornare proprio”. Canta così Carola nel nuvoo singolo ''Dojo'', disponibile in rotazione radiofonica e in tutti i digital, accompagnato anche dal videoclip. Il brano che trae ispirazione dall’arte orientale, accompagnato dal videoclip.

“Dojo”, termine giapponese attribuito al luogo dove si svolgono gli allenamenti delle arti marziali, rappresenta il simbolo della profondità che si instaura tra il praticante e l'arte, in questo caso con l’amore.

«La copertina raffigura un bonsai perché amo il parallelismo tra natura e amore: la cura non si può insegnare con formule matematiche: bisogna usare una buona dose di pazienza, rispetto e cura, esattamente la mia idea di rapporto, che sia amicizia o amore.

Il singolo, scritto da Raige e Emanuele Lovito e prodotto da Renzo Stone (già produttore di Ghali, Mike Lennon e molti altri), anticipa l’arrivo di un progetto discografico che vedrà Carola collaborare con importanti autori e produttori della musica italiana. Le radici del sound affondano nella musica urban, con contaminazioni hip hop e soul, il bonsai cresce poi rigoglioso in ritmi latini, che sanno di verde lussureggiante, di sole e di mare. Carola è un mix esplosivo di nuove tendenze con assoluto rispetto, nei testi, dell’emozione tipica delle canzoni italiane. Il resto è tutto da scrivere!

Carola, classe 2002, è una cantante torinese. Muove i primi passi nella musica fin da bambina, dedicandosi allo studio del canto e del pianoforte. Ben presto scopre la passione per la scrittura e qualche anno più tardi inizia a scrivere le prime canzoni. Nel 2019 entra in studio con una nuova squadra che riconosce in lei la capacità di esprimere le sue emozioni attraverso la musica, riuscendo a cucirle addosso il giusto vestito. Il suo primo ep è in lavorazione e porta la firma di grandissimi autori e produttori che hanno creduto fin da subito nel suo progetto. Il resto è tutto da scrivere.

lunedì 26 aprile 2021

Charlotte, un inno alla vita nel nuovo singolo ''All'improvviso''

 

''All'improvviso” ha segnato l'inizio della realizzazione del suo sogno: essere una cantautrice. Charlotte, artista siciliana, ha pubblicato il nuovo singolo ''All'improvviso'', disponibile in tutti i digital store. Il brano, prodotto da Raffaele Viscuso, rappresenta un nuovo inizio per la vita di Charlotte, un nuovo capitolo e la rinascita grazie anche alla fede. 

''Quando si attraversano periodi bui, in cui tutto sembra sgretolarsi, perdere importanza e l'unica “emozione” è l'indifferenza verso tutti e tutto, anche verso sé stessi, si pensa di affondare senza possibilità di salvezza'' - racconta l'artista. Ma ecco la bellezza della vita: quando meno te lo aspetti, all'improvviso, incontri quel “qualcuno” che ti salva, che ti stravolge! Potrebbe essere chiunque: un fidanzato, una moglie, un marito, un dottore, la musica... o semplicemente Dio. “All'improvviso” parla proprio di questo.

“Nella mia vita quel “qualcuno” si è presentato sempre, ogni volta che attraversavo un periodo buio …  salvandomi. L’ho chiamato “amore” quando non sapevo più chi ero e cosa volevo. Ma in fondo per me è stato sempre Dio, che si è manifestato in modo diverso. Sono diventata credente grazie a questi episodi poiché ci sono situazioni che l'uomo non può risolvere in alcun modo e quando ti accade qualcosa di impossibile per me può essere soltanto opera divina''. Un'artista sensibile che, nel suo cammino, ha ritrovato la serenità e la voglia di ricominciare ripartendo dalle sue emozioni.


TESTO - ALL'IMPROVVISO

Cammino per strada contando i miei passi

pensando alla vita tra i miei alti e bassi

inconsapevole di cosa non va


non capisco il perché di questo presente

non capisco il come di quello che è assente

sentirsi nessuno tra mille persone

pensando alla vita come fosse un errore


E all'improvviso tu da lontano.. ti ho ritrovato nel mio cammino

Tu come musica che ferma ogni tempo

all'improvviso come un segno divino tu, incredibile destino ! 

incredibile destino! incredibile destino!


Ripercorro il mio tempo, ripercorro il mio spazio

tu sempre presente dentro a ogni scatto

inconsapevole di come andrà


non capisco il perché di questo presente

non capisco il come di ciò che è assente

proprio io e te come specchi riflessi  

due anime uguali in due corpi imperfetti



E all'improvviso tu da lontano.. ti ho ritrovato nel mio cammino

Tu come musica che ferma ogni tempo

all'improvviso come un segno divino tu, incredibile destino ! 

incredibile destino! incredibile destino!


Non so proprio come ho fatto sino ad oggi senza te

hai risolto i miei dubbi, le risposte ai miei perché

ho capito che la vita non va data per scontata

quando stai per affondare ecco che vieni salvata



E all'improvviso tu da lontano.. ti ho ritrovato nel mio cammino

Tu come musica che ferma ogni tempo

all'improvviso come un segno divino tu, incredibile destino ! 

incredibile destino! incredibile destino!



domenica 25 aprile 2021

Moda: la storia di Sharon Lafont, da piccola imprenditrice a creatrice di una collezione moda


TRIESTE – Il 2020 è stato un anno molto difficile, le limitazioni agli spostamenti a causa della pandemia hanno inciso sulle vendite nei negozi che hanno registrato un calo importante. La moda poi è uno dei settori più colpiti dalla crisi provocata dal Covid-19, e il lockdown ha impattato non solo sugli eventi e le sfilate ma anche sulla filiera produttiva.

C’è però chi ha pensato di non farsi fermare dalla pandemia, come Sharon Lafont, imprenditrice triestina nel mondo della moda, classe ’82, che ha portato avanti i suoi sogni e le sue idee con passione e impegno, investendo in un progetto nuovo.

Proprietaria del negozio "Michelle Abbigliamento" a Trieste Sharon ha avviato la sua personale ricerca del "positivo", in un momento così difficile come quello che stiamo vivendo.

L’obiettivo è quello di portare un po’ di energia positiva nel mondo, attraverso una collezione che vuole essere un messaggio di speranza e di ricerca del buono, anche quando tutto sembra non andare nel verso giusto.

Insieme al suo compagno di vita ha lanciato il brand "Positive Vibes Collection", un progetto speciale che vuole essere un invito ad affrontare le giornate col sorriso e con la speranza che presto andrà tutto bene.

Una collezione nata nel periodo di pandemia, un invito a trovare del positivo anche nelle situazioni peggiori.

Felpe, t-shirt e tanti altri capi esclusivi, sono stati realizzati appositamente per illuminare con un po’ di colore i giorni bui che stiamo vivendo.

Colori vivaci e frasi positive, questo il successo che sta dietro il brand. Dal lancio del progetto, sono tantissime le richieste di acquisto dall’Italia, ma anche dall’estero.

Sharon Lafont ci ha creduto e ci ha messo impegno e il pubblico sembra aver colto, non solo la bellezza della nuova linea, ma soprattutto lo spirito e il messaggio che l’imprenditrice ha voluto far arrivare a chi sceglie il suo brand.

Positive Vibes Collection ha attirato così anche l’attenzione di numerosi VIP, tra cui Eros Ramazzotti.
La sua pagina Instagram ha più di 20.000 followers, numero in costante crescita. Ciò che consolida ancor di più il fatto che la sua sia stata un’idea vincente, sono i like e i commenti lasciati da Kathy Hilton, mamma della famosa Paris Hilton.

Il suo progetto è in crescita, nelle prossime settimane, in vista dell’estate, verranno lanciati nuovi capi d’abbigliamento della nuova linea Positive Vibes, t-shirt colorate e vivaci, da indossare in qualsiasi occasione e non solo.

Come si legge sul sito del brand "Portare una ventata di energia positiva nella vita di tutti coloro che lo desiderano" è la missione di questa nuova linea. E lei sembra esserci riuscita.

La capacità di andare oltre le difficoltà e i periodi bui, le hanno permesso di raggiungere le persone con messaggi di positività, ottenendo un ottimo riscontro. Prova di come il bisogno di trovare del buono sia diventata una vera e propria esigenza.

Oltre, alla creazione di questo nuovo brand, Sharon ha messo a disposizione della sua clientela un servizio personalizzato per la ricerca dell’outfit giusto. Non solo semplice vendita in negozio quindi, ma una vera e propria guida per realizzare il proprio look.

venerdì 23 aprile 2021

“Tra la mente e il cuore”, il nuovo singolo di Federica Neglia


Federica Neglia presenta il singolo “Tra la mente e il cuore”, brano che racconta la storia di due anime, "due diamanti senza una direzione", due cuori apparentemente diversi che si incontrano in un amore intenso, fra la frenesia della vita odierna. Distanti e in continuo movimento, sentono una grande forza che li spinge a ritrovarsi ogni volta che uno si allontana dall’altro.

Federica Neglia è una “Cantante interprete”, come lei si definisce, dalla vocalità duttile e dal timbro corposo. Laureata in Canto Lirico e in Musica Vocale da Camera, ha calcato sin da bambina vari palchi italiani ed anche esteri, presentando un repertorio che spazia dalla musica classica al pop, fra i vari palchi anche il Palafiori di Sanremo. Ha cantato per diversi artisti nazionali, fra cui Nicola Piovani, per un incontro-intervista, Roy Paci, in un concerto al Teatro di Verdura di Palermo e per il musicista Ruggiero Mascellino, per cui ha inciso anche l’album L’Attesa. Ha duettato con Matteo Bocelli e il famoso attore e cantante statunitense Franc D’Ambrosio. Ha vinto il Primo Premio all’Undicesima Edizione del Concorso Nazionale “Umberto Giordano” di Foggia e l’edizione Summer del Concorso Nazionale "Sanremo New Talent", Categoria Giovani.

sabato 17 aprile 2021

Libri: Rocco Anelli presenta ''I bagnanti'', storie di dipinti e affreschi

 


BARI - Arriva nelle libre il nuovo libro del giovane scrittore barese Rocco Anelli dal titolo ''I bagnanti'', una piccola galleria di opere d’arte con un ideale protagonista comune, che unisce le storie di statue, dipinti e affreschi in un’unica narrativa. Come lo stesso autore afferma è “un romanzo involontario, scritto dagli stessi personaggi che racconta”.

TRAMA. Cosa sono l’erotismo e la scoperta dei sensi per dei ragazzi sulla soglia tra l’adolescenza e l’età adulta? I bagnanti cercano disperatamente di diventare grandi, attraverso prove di coraggio e riti di iniziazione. L’acqua e la luce, simboli di rinascita e catarsi, aiuteranno i ragazzi a lavarsi e a disfarsi di un’immaturità che essi indossano orgogliosamente, sotto forma di nomignoli. Il Riccio, il Pugile, Mezzalira, Arpione, Anguilla, la Pizia: personaggi che traggono ispirazione da capolavori dell’arte plastica (come Ratto delle Sabine di Giambologna, Pugilatore Creugante e Paolina Borghese Bonaparte come Venere Vincitrice di Antonio Canova) e figurativa (Bagnanti di Paul Cézanne, Scena d’estate di Jean-Frédéric Bazille, La Zattera della Medusa di Théodore Géricault, Sibilla Delfica di Michelangelo Buonarroti, Venere allo Specchio di Diego Velázquez, eccetera) per meglio raccontare di metamorfosi ed esperienze catabatiche. Discese e ascese che portano i ragazzi dal porto sicuro dell’innocenza alle terre misteriose del sesso e della corruzione, della tragedia e della morte, ma anche del sogno e dell’amore.


Rocco Anelli è un giovane scrittore barese. Laureato con pieni voti in Film e Media Digitali presso l’American University of Rome, insegna canto lirico, avendo conseguito il diploma presso il Conservatorio E. R. Duni di Matera. Compone musiche per film, utilizzate anche in cortometraggi del Columbia College di Chicago. Ha curato la regia dell’opera lirica Tosca di Giacomo Puccini per la decima edizione di “Noicattaro Lirica” e del Rigoletto di Giuseppe Verdi presso il Teatro Condominio di Gallarate. È anche autore e regista di un cortometraggio, I gemelli, selezione ufficiale del Festival del Cinema Europeo per la sezione Puglia Show.

giovedì 15 aprile 2021

Prodotti beauty a base di estratti di uva bio coltivata a Barolo. Green e 100% made in Italy


I semi d’uva e le vinacce, normalmente considerate materie di scarto della produzione vinicola, acquistano nuova vita grazie a Barò Cosmetics®, il brand specializzato nella skincare che firma una linea di trattamenti cosmetici che combattono gli inestetismi della pelle di viso e corpo nel rispetto delle caratteristiche fisiologiche dell’epidermide. L’azienda piemontese, che ha sede in quelle Langhe elevate a patrimonio Unesco e che rinnova il modo di fare vinoterapia, seleziona gli scarti provenienti dalla torchiatura dell’uva biologica coltivata a Barolo per creare una gamma di qualità superiore pensata per la donna che ama prendersi cura di sé ed è attenta alle tematiche green. Le 51 referenze tra sieri, gel, creme e maschere per il viso, emulsioni, oli, acque profumate e altri prodotti per il corpo, shampoo, balsamo e maschera per i capelli e integratori garantiscono una beauty routine mirata, efficace e total body.

Immediatamente dopo la torchiatura le vinacce vengono trasferite al laboratorio per l'estrazione a freddo con glicerina dei polifenoli. Gli estratti vengono poi conservati in un caveau a temperatura controllata per mantenere inalterata l’efficacia di tali principi attivi. Il risultato? Una linea di alta cosmetica con un’elevata concentrazione di polifenoli antiossidanti che, combattendo i radicali liberi, sono i migliori alleati contro l’invecchiamento cutaneo e aiutano la pelle a conservare la sua naturale riserva di acido ialuronico, rimpolpante naturale che preserva l’elasticità e il tono. In sinergia con i lipidi eudermici i polifenoli possono inoltre penetrare nell’epidermide idratandola in modo profondo e prolungato, ristrutturandola e purificandola. Le formule esclusive Barò Cosmetics® contengono anche fitoestratti di piante e frutti, burri vegetali, acque floreali e oli essenziali ricchi di attivi efficaci nella preparazione cosmetica. Per un benessere che dalla pelle abbraccia tutti i sensi con texture vellutate e profumazioni delicate.


Da Wine pearls, l’anti-age viso di nuova generazione che combina siero e perle illuminanti in 3D caratterizzato da un attivo anti-pollution che protegge la pelle dall’inquinamento da ambienti chiusi, dal particolato atmosferico e dai raggi ultravioletti alla crema corpo ad azione termoattiva Lift-up snellente rimodellante che riduce l’adiposità e drena, passando per l’Olio secco nutriente setificante che idrata il corpo, lo illumina, previene e tratta le smagliature, tutti i prodotti Barò Cosmetics® hanno formule brevettate e di proprietà. Le referenze skincare contengono inoltre fitoestratti di piante e frutti, burri vegetali, acque floreali e oli essenziali ricchi di attivi efficaci nella preparazione cosmetica. Per un benessere che dalla pelle abbraccia tutti i sensi con texture vellutate e profumazioni delicate.

Le formule esclusive Barò Cosmetics® nascono nel dipartimento di Ricerca e Sviluppo coordinato dalla Dott.ssa Giorgia Chiusano; le sostanze attive dei semi d’uva e delle vinacce vengono estratte nel laboratorio diretto dalla farmacista e cosmetologa Giovanna Menegati che si occupa anche di selezionare le materie prime necessarie a creare formule uniche, gradevoli, tollerabili e sicure che vengono successivamente testate dermatologicamente presso il Centro di Cosmetologia dell'Università degli studi di Ferrara. Tutta la linea è formulata e prodotta nel rispetto delle migliori pratiche del settore cosmetico e certificata a livello europeo da Bio Basic Europe. Compatibilmente con la funzionalità e la sicurezza del prodotto cosmetico, che devono essere al primo posto, Barò Cosmetics® si attiene ad una blacklist rigorosa che esclude dalle formulazioni alcool, vaselina, parabeni, siliconi, petrolati, iodio e derivati animali.

L’azienda piemontese punta sul concetto di Cosm-etica che si traduce in una produzione 100% made in Italy, senza derivati e test sugli animali, che utilizza le virtù benefiche che la natura offre nel rispetto del pianeta e della salute delle consumatrici e che controlla tutta la filiera di approvvigionamento delle materie prime. Certi della propria qualità, i prodotti Barò Cosmetics® hanno la Garanzia Entusiaste o Rimborsate grazie alla quale le clienti provano le referenze per 30 giorni e se non sono più che soddisfatte si vedono restituire il 100% dell’importo.

Il brand offre inoltre un Servizio di Consulenza Beauty tramite il Numero Verde gratuito 800 767895, i canali social e la live chat. Le 40 consulenti di bellezza, formate dalla Dottoressa Menegati, rispondono con competenza alle curiosità delle consumatrici e sanno consigliare le referenze più adatte in funzione del tipo di pelle e per massimizzare l’efficacia di ogni trattamento di bellezza.

La filosofia green di Barò Cosmetics® passa anche dalla vendita e dalla distribuzione che avviene attraverso il canale online www.shopbaro.it. In questo modo i prodotti, pur essendo di alto livello, hanno un costo contenuto e dai laboratori arrivano direttamente a casa delle clienti senza intermediari, permettendo loro di vivere il piacere dei trattamenti di una SPA nell'intimità di casa.

venerdì 9 aprile 2021

Ninfea, un inno alla speranza nel nuovo singolo ''Ad occhi aperti''



Ninfea, tra le più brillanti e raffinate vocalità del nuovo cantautorato femminile italiano, torna ad emozionare con il suo nuovo singolo ''Ad occhi aperti'', disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme digitali.

Il brano, nato per dar voce agli adolescenti che si sono ritrovati a vivere l’età più bella, ma al tempo stesso più delicata e complessa, in piena pandemia, è un manifesto di speranza e luce, che abbraccia l’ascoltatore, guidandolo nell’universo armonico dell’artista, che grazie alla sua timbrica dolce, ma incisiva e ricca di sfumature che spaziano dalla delicatezza del pop melodico all’energia dell’rock, riesce a catturare l’attenzione sin dalle prime note, focalizzandola su tematiche attuali che coinvolgono ciascuno di noi, parlando da adolescente non soltanto ai suoi coetanei, ma anche agli adulti che, spesso immemori delle complessità che caratterizzano quel particolare periodo di vita, additano i giovani etichettandoli, senza comprendere fino in fondo il loro stato d’animo e le loro richieste di aiuto – «aiutami ad affrontare questo viaggio, aiutami, mi sembra un cortometraggio» -.

Il ritmo travolgente, fresco ed incalzante del brano, è il perfetto tappeto sonoro di un testo denso di significato, che evidenzia e riconferma la maturità autorale di Ninfea, che, nonostante i suoi 16 anni, dimostra una sensibilità d’animo ed una consapevolezza personale ed artistica di raro riscontro.

«”Ad occhi aperti” – dichiara l’artista – è nata con il desiderio di raccontare come noi giovani adolescenti stiamo vivendo questo difficilissimo periodo di pandemia globale, fisicamente e psicologicamente. Ci siamo trovati costretti a dover modificare le nostre abitudini, a partire dalle piccole cose che davamo per scontate: gli abbracci con gli amici, gli spostamenti, la libertà a 360 gradi. Senza contare il lato ancor più drammatico di questa situazione; il dover dire addio ed abbandonare persone a noi care, che non abbiamo nemmeno potuto salutare per l’ultima volta. Con questo pezzo, voglio trasmettere tutto il mio affetto e la mia vicinanza alle anime che lo ascoltano, con l’obiettivo di lanciare un messaggio di positività, speranza e ripartenza».


Un’età, l’adolescenza, già di per sé complessa e delicata, che, a causa della pandemia, ha subito un ulteriore e notevole colpo, portando tantissimi giovani a sentirsi smarriti, persi in se stessi ed in quel mondo, tanto vasto quanto meraviglioso, ma spesso oscuro e confuso, come se si trovassero, fisicamente ed idealmente, «a braccia conserte in una piazza, dove tutto è una minaccia». Una piazza, quella della vita, in cui si è chiamati a giocare senza conoscere le regole, senza ricevere istruzioni ed indicazioni.

Un’età che porta con sé soddisfazioni e delusioni, vittorie e sconfitte e che lascia nel cuore quella sensazione di non sentirsi mai all’altezza delle aspettative, proprie e di chi ci circonda – «non ci sentiamo mai abbastanza, anche quando poi ci basta», con il desiderio di crescere prima del tempo, «perché sentirsi così grandi è un’emozione da giganti», senza essere preparati alle avversità, alle intemperie, alle responsabilità; senza essere preparati alla vita – «che sofferenza sti pensieri, non mi fanno andare avanti»; «nemmeno il tempo cura, piano, chiedo al mondo quanto è avaro e tutto torna un po’ più chiaro» -. Ma per giungere alla consapevolezza di se stessi, che sta alla base della crescita e della maturazione di ogni individuo, Ninfea ci ricorda che «la paura è da sfatare, non un mito da lodare», lanciando un messaggio di serenità e positività, che si fa portavoce non soltanto di una generazione, ma di una contemporaneità frenetica, che per non sfociare nel caos, ha bisogno di unione, di vicinanza e condivisione, di quella luce, quella scintilla, quella «candela accesa»; perché solo così ritroveremo la forza necessaria per affrontare la vita, guardandoci allo specchio e comprendendo che siamo gli artefici del nostro futuro, gli unici individui che accompagneranno il proprio cammino dall’inizio alla fine – «apro gli occhi e ci sei ancora tu».

Grazie alla sua voce dolce, ma al tempo stesso incisiva e ricca di colori ed alla sua abilità compositiva, Ninfea riesce a cogliere lo spettro di emozioni della sua generazione, trasponendolo in musica e facendolo giungere, chiaro, graffiante e diretto, agli ascoltatori, che l’hanno accolta, nei loro cuori e nelle loro playlist, riconoscendola come uno dei più brillanti talenti del nuovo cantautorato femminile italiano.