Versace diventa a stelle e strisce

NEW YORK - Il gruppo di moda Versace diventa a stelle e strisce: la maison è stata praticamente già venduta a Kors e l'operazione pot...

lunedì 24 settembre 2018

Versace diventa a stelle e strisce

NEW YORK - Il gruppo di moda Versace diventa a stelle e strisce: la maison è stata praticamente già venduta a Kors e l'operazione potrebbe essere annunciata nelle prossime ore o domani. A renderlo noto la rivista di moda "WWD" che cita fonti anonime vicine alla vicenda.

Il colosso italiano della moda è oggi in mano per l'80% alla famiglia Versace e per il 20% al fondo Blackstone, che era entrato nel 2014 valutando la società oltre 1 miliardo di dollari. L'accordo di vendita, invece, potrebbe far schizzare il prezzo della maison a 2 miliardi.

Il mitico fondatore della maison, Gianni Versace
A tentare invano di accaparrarsi una fetta della casa di moda i giganti del lusso francesi Lvmh Moët Hennessy Louis Vuitton e Kering, e gruppi americani tra cui Pvh, Michael Kors e Tapestry.

Giovinezza della pelle: rinnovala con il peeling


Nel corso degli anni il numero e il tipo di trattamenti che si possono praticare al viso per migliorarne la lucentezza, per aumentare la compattezza della pelle e per ottenere una grana fine e minori segni di espressione, aumentano e divengono sempre più efficaci. Per il ringiovanimento della pelle e per migliorare i segni di espressione uno dei trattamenti che si possono praticare a casa è il peeling. Si tratta di rimuovere lo strato superficiale della pelle in modo da stimolare la produzione di nuove cellule sane e aumentare il microcircolo.

Diversi tipi di Peeling viso

Questo tipo di trattamento può essere effettuato in diversi modi; generalmente i peeling si suddividono per metodologia di applicazione e per sostanza utilizzata. Nei negozi specializzati in cosmetici per il viso e nei centri estetici è infatti possibile trovare peeling che funzionano in modo fisico: un composto ricco in micro granuli rimuove fisicamente le cellule morte dell’epidermide. Sono molto validi anche i peeling chimici, effettuati con sostanze che eliminano lo strato corneo e che possono scendere più o meno in profondità, a seconda del tipo di utilizzo o del problema da risolvere. Si tratta comunque di sostanze a base di acidi, che disciolgono le cellule morte e la cute. I peeling chimici più potenti vanno utilizzati da un medico o da personale abilitato, che effettua il trattamento controllando con precisione l’attività del prodotto. Sono però disponibili in commercio anche prodotti utilizzabili a casa, come ad esempio il Peeling all’acido glicolico della linea Vital Beauty di Somatoline Cosmetic.

Come funziona

Il peeling all’acido glicolico si applica sulla pelle pulita e asciutta, evitando la delicata epidermide del contorno occhi e delle labbra. Il prodotto va lasciato agire per qualche minuto, in modo che esplichi la sua funzione di rimozione delle cellule morte. Dopo il tempo di attesa si rimuove il prodotto con acqua tiepida, avendo cura di toglierlo completamente e di sciacquare bene la pelle; in seguito si stende una crema idratante e lenitiva.

I vantaggi del peeling

I trattamenti di peeling possono essere sfruttati per diverse problematiche, la prima delle quali l’invecchiamento cutaneo. Rimuovere lo strato corneo infatti consente di stimolare il turn over cellulare e la sintesi di collagene e di elastina, in pratica le impalcature che sostengono la cute e la rendono compatta e tonica. Con un trattamento peeling viso che scende in profondità è possibile rimuovere anche i primi segni di espressione e le rughe più sottili, oltre a limitarne la comparsa grazie al fatto che favorisce l’idratazione profonda della pelle, anche di quella più matura. I prodotti per il peeling viso possono essere sfruttati efficacemente anche per trattare l’acne, visto che asportano lo strato di pelle su cui più facilmente si annidano i batteri, oltre a pulire a fondo i pori della pelle e rendere il viso più luminoso. Il colore della pelle viene uniformato, l’epidermide appare più soda e sana. Il tutto già dopo il primo trattamento, con la possibilità di aumentarne gli effetti con ulteriori trattamenti da svolgere nel corso del tempo.

domenica 23 settembre 2018

Push up: come sfruttarlo al meglio per valorizzare il seno



Che sia abbondante o piccolino il seno è da sempre uno dei punti di forza di ogni donna. Valorizzare al meglio le proprie forme non è sempre semplice, soprattutto in particolari occasioni, come ad esempio quando si deve indossare un abito trasparente, o con una profonda scollatura, ma anche quando ci si veste in modo casual. Fortunatamente le aziende che producono lingerie hanno creato innumerevoli modelli di push up, fra cui il reggiseno push up invisibile, anche senza spalline, ideale da indossare sotto ogni capo per valorizzare al meglio qualsiasi tipologia di decolté.

A cosa serve un reggiseno push up

Questo tipo di reggiseno ha una funzione essenziale: sollevare e sostenere il seno. Grazie ai push up questo rende possibile valorizzare anche un seno molto piccolo, o che non si sostiene al meglio da solo. In commercio sono disponibili anche dei push up senza spalline, o in modelli a fascia push up, che possono essere indossati anche sotto le scollature più profonde, o con gli abiti senza spalline oggi tanto di moda. Questi modelli consentono di sostenere e valorizzare al meglio il seno, senza che si noti in alcun modo la presenza del reggiseno, evitando così pessime figure. Nascondere un reggiseno non è sempre così semplice, soprattutto quando si ha la necessità di indossare un capo che sia in grado di sostenere al massimo il seno. Spesso infatti i reggiseni contenitivi e con il massimo sostegno sono molto ampi e ben evidenti. I push up invece basano la loro struttura sulla presenza di coppe preformate e di un ferretto che sostiene i seni da sotto, in modo da rendere meno visibile “l’impalcatura”.

Come scegliere il push up giusto

Perché un push up svolga al meglio la sua azione è essenziale acquistarlo della misura corretta per la dimensione e la forma dei seni. In commercio ne esistono diversi modelli, come ad esempio i reggiseni push up e super  push up Yamamay. Stiamo parlando di modelli adatti anche a chi indossa una coppa A o a chi ha invece i seni leggermente più abbondanti. L’ampia offerta consente di trovare il modello giusto da abbinare ad ogni tipo di abbigliamento. Se infatti la taglia è la prima caratteristica da considerare, si deve poi anche valutare il colore e lo stile del reggiseno. Per un abito elegante, come ad esempio nel caso del giorno del matrimonio, scegliere un push up a fascia può essere l’idea migliore; se invece si deve indossare il reggiseno sotto una maglietta per una giornata al mare, allora meglio prediligere i modelli più sbarazzini, in materiale elasticizzato dalle fantasie bizzarre.

Il miglior push up

Visto che possiamo trovare diversi modelli di reggiseno push up, il migliore in assoluto è quello che sostiene al meglio il seno e che non si fa notare al di sotto del nostro abbigliamento. La scelta poi dipende anche dalle preferenze di chi lo deve indossare. Se nella maggior parte dei casi questi reggiseni mostrano un rigido ferretto sotto il seno, se ne trovano anche alcuni privi di ferretto, con le coppe più rigide che svolgono il “lavoro” di sostegno. Oppure ce ne sono modelli basic, di colore neutro, ideali anche sotto una camicia totalmente trasparente. Conviene fare delle valutazioni che riguardano i propri gusti personali.

martedì 18 settembre 2018

Alta Moda pugliese al Palato con la 'Luxury night'


MOLFETTA (BA) - Venerdì 21 settembre al Palato di Molfetta (Ba), ricavato all’interno di uno dei più antichi palazzi del comune, nei pressi del porto, si terrà la “Luxury Night”, one night che mette insieme alcuni dei più noti marchi di moda delle province di Bari e Bat.

Affascinante struttura risalente al XVIII secolo, nella quale, tra le numerose bellezze, vi sono una balconata con le colonne in pietra locale e una cappella dedicata a San Giuseppe, eretta per volontà di Don Martio De Luca, Il Palazzo De Luca ospiterà l’evento di alta moda nei tre livelli in cui si sviluppa attualmente.

“La serata si svolgerà in due ambienti separati – ha affermato Pier Di Nardo, tra gli organizzatori dell’evento. – Giù nelle scuderie avremo una linea dedicata al prêt-à-porter, mentre al primo piano ci sarà una linea ‘haute couture’ di abiti da sposa”.

Questo appuntamento, al quale si potrà partecipare gratuitamente con l’invito che sarà possibile ritirare in uno dei punti vendita affiliati all’evento, avrà inizio alle 20:30 con uno speciale cocktail di benvenuto.

Durante la serata saranno esposte le nuove collezioni primavera-estate 2019. Ma questa “Luxury Night” ospita anche gioielli preziosi e dà spazio anche a noti parrucchieri locali di mettere in mostra le proprie acconciature più esclusive.

“Questa che oggi nasce come one-night – proseguono gli organizzatori - punta a diventare una manifestazione ripetuta ogni anno. Ci piace l’idea che brand locali diversi si uniscaono una volta all’anno per dar vita ad uno show dedicato alla moda nel quale vengano messe in mostra tutte le nuove collezioni”.

Al termine dell’evento di moda, la serata continuerà con una festa di chiusura che si svolgerà sulla suggestiva terrazza del Palato, che si affaccia su uno degli scorci più affascinanti della cittadina, con vista sul centro storico e sul porto.

Palato – Corso Dante, 66 - Molfetta
Infotel: 3286180827
Inizio evento: 20:30

lunedì 17 settembre 2018

Top Fashion Model protagonista nella Milano Fashion Week


MILANO - Durante la settimana della moda, in cui ognuno si distingue nel variegato fashion system per un abito, un accessorio, un click, un’acconciatura o il make up, la Carmen Martorana Eventi arriva per lasciare la sua impronta con le modelle della scuderia Top Fashion Model selezionate in Puglia per l’occasione.

Si tratta di Roberta Molinini e Maurizia Covelli, rispettivamente da Terlizzi e Bari, vincitrici del contest Top Fashion Model, il format moda ideato ed organizzato dalla manager pugliese Carmen Martorana.

A completare il cast delle modelle, Mariagrazia Partipilo da Grumo Appula e Francesca Raffaele da Cerignola, che si sono distinte nell’ambito dell’evento ‘Confindustria Fashion Night Award’ svoltosi a Lecce, posando e vincendo il concorso fotografico che ha permesso loro l’accesso alla MadMood di Marianna Miceli, ideatrice e fondatrice del format che ha utilizzato la foto vincitrice con la modella Francesca Raffaele come visual identity dell’evento milanese in programma dal 22 al 24 settembre a Palazzo Turati.

Il giorno 25 settembre, invece, presso il Palazzo Cusini della città meneghina, le indossatrici Top Fashion Model saranno coinvolte nella presentazione, a cura della Beauty Fashion Academy, della nuova collezione head sculpture – haute couture vision del designer Giuseppe Fata “White inside – Bernini’s genius of the Baroque”, con la partecipazione straordinaria della stilista Elisabetta Polignano.

E in occasione della settimana della moda, dopo il recente successo ottenuto a Parigi, la Carmen Martorana Eventi ha organizzato ‘Milano Fashion Shooting’, un servizio fotografico tutto pugliese che vedrà protagonisti, il 21 settembre, gli abiti femminili e seducenti di Maria Pia Eramo, che valorizzano la donna di ogni età da mattino a sera con rifiniture in paillettes, piume e pizzi, le fotografie di Massimo Ruvio, il make up di Angela Scamarcio e Francesca Pellerano e l’hair style di Angela Basile e Riccardo Mari.

venerdì 14 settembre 2018

La Milano fashion week ospita la moda islamica

(credits: Ratto)
MILANO - Dopo la Torino Fashion Week, che si è tenuta dal 27 giugno al 3 luglio presso la Ex Borsa Valori, la moda islamica approda alla Milano Fashion Week. Lo scorso 1 luglio, durante la cerimonia di chiusura delle sfilate di Modest fashion, l’Islamic Fashion & Design Council in partnership con TFW, The Shukran e Milano Fashion Library hanno premiato i 3 migliori stilisti del settore: Chantique (Brunei), Al Nisa Design (USA), Bow Boutique (Arabia Saudita). I tre, insieme al brand made in Italy Luya Moda, saranno protagonisti di un evento off della Milano Fashion Week il 24 settembre che si terrà presso la Milano Fashion Library.

Giunta alla terza edizione, la Torino Fashion Week si conferma un successo internazionale ed una vetrina per gli stilisti emergenti di tutto il mondo. In 7 giorni 3500 persone hanno assistito alle 8 sessioni di sfilate internazionali che hanno visto salire in passerella 80 stilisti provenienti da Cina, Sud Africa, America, Asia, Europa e naturalmente Italia e Torino.

Grazie agli ottimi risultati la Torino Fashion Week ha gettato le basi per una collaborazione con la China Fashion Week e con il mondo della moda in Sud Africa mentre l’Islamic Fashion and Design Council (IFDC), con la sua Presidente Alia Khan, ha stipulato una partnership con la Torino Fashion Week per i prossimi 3 anni. L’evento torinese, insieme alla London Fashion Week, è infatti l’unico scelto dal Modest fashion per le proprie sfilate in Europa.

Analogo successo anche per il Torino FashionMatch 2018 organizzato da Unioncamere Piemonte – in qualità di partner della rete Enterprise Europe Network e membro del Sector Group Textile and Fashion – che si è tenuto dal 28 giugno all’1 luglio e che ha registrato la presenza di 250 aziende internazionali. I workshop e gli incontri bilaterali sono stati organizzati in partenariato con il PIF (Progetto Integrato di Filiera) Abbigliamento, Alta Gamma, Design e il PIF Tessile sostenuti dalla Regione Piemonte tramite i fondi FESR e realizzati dal Centro Estero per l’Internazionalizzazione. Grazie alla collaborazione con USARCI, l’iniziativa è stata ospitata dall'Associazione Moda e Sport presso il Lanificio di Torino di via Bologna 220, all'interno del quale si trovano prestigiosi showroom di Agenti di Commercio e numerosi brand di settore.

Biografie vincitori IFDC

Chantique (vincitore)

Chantique deriva dalla parola malese “cantik” significa bellezza secondo il Sultanato del Brunei Darussalam. Il tocco magico della moda dell’Asia che incontra il Medio Oriente per creare pezzi unici influenzati dal patrimonio malese, cinese e di altre etnie. Chantique crea una moda femminile, romantica, elegante e accattivante. Il designer, Fadzil Hadin, ha rilevato il brand da sua madre, che ha iniziato l’attività vendendo tessuti in Brunei e solo più tardi ha avuto l’idea di un Modest Fashion, ispirandosi alla cultura locale e utilizzando il tessuto del territorio denominato in malese “songket” che è tradizionalmente usato durante le celebrazioni reali, i matrimoni.

Al Nisa Design

Al Nisa Designs è una casa di moda incentrata sul Modest Fashion con sede a Los Angeles e Chicago, specializzata in abbigliamento femminile di fascia alta. Al Nisa è stata fondata nel 1981 da una giovane donna creativa ed energica, Carmen Muhammad. Per oltre 20 anni, Carmen si è messa in gioco con passione nel business della moda ed ha costruito la reputazione del suo brand in America. Ha dato tutta se stessa nel perseguimento del suo sogno ed ora è riconosciuta come una trend setter in prima linea per il Modest Fashion emergente.

Bow Boutique

Bow Boutique è stato creato da Nasreen come collezione di Abaya e Jalabiya. La tradizionale Abaya nera ha una lunga storia nel patrimonio arabo e sta lentamente cambiando la propria identità esaltando la bellezza della donna attraverso i vari colori, disegni e tessuti che si usano oggi. Il marchio è specializzato in trame insolite, modelli giocosi, design e tessuti audaci che fanno guadagnare loro il titolo di “pezzi unici”. Un brand che si concentra sulla creazione di pezzi unici e che consente a ciascun capo di essere speciale come la donna che lo indossa. Gli abiti di Bow Boutique sono perfetti in qualsiasi situazione, da una passeggiata in una galleria ad una cena elegante. Le collezioni hanno lo scopo di far sentire una donna bellissima attraverso volant, stampe floreali colorate e accessori insoliti, che sicuramente riusciranno ad attirare l’attenzione della gente.

lunedì 27 agosto 2018

Greta Ray, tra sogni e progetti: a novembre il nuovo attesissimo singolo



MILANO - Dopo essere tornata da un lungo viaggio negli Stati Uniti, la giovane cantante e modella lombarda Greta Ray, ci racconta le ultime novità del suo mondo, fatto di successi, soddisfazioni e tanti progetti che bollono in pentola.

Quest' estate è stata protagonista di un tour con i big della musica italiana. Concerti ed eventi radio, per la giovanissima ma già apprezzata artista, che ha avuto la possibilità di cantare insieme a molti artisti del panorama musicale italiano come Noemi, Anna Tatangelo, Raige, Federica Carta, Elodie, Thomas, Shade e molti altri.


Come stai vivendo il successo?
''È un periodo della mia vita molto intenso, ricco di emozioni e soddisfazioni... ad ottobre 2017 è uscito il mio primo singolo “il mio domani” è mi sembra ieri, il 17 giugno abbiamo pubblicato su you tube e Vevo il videoclip di “Vista Mare”, il mio terzo singolo e ad oggi abbiamo raggiunto circa 800.000 views. E'  pazzesco! Voglio ringraziare i miei produttori Max e Martin, mia madre e tutte le persone che mi seguono giorno dopo giorno''. 




Cosa racconta Vista Mare?
E' un brano pop leggero e orecchiabile, scritto da me con Andrea Amati, Davide Maggioni, Massimiliano Cenatiempo, prodotto da MMG Trend Production e distribuito da Rusty Records.

Dopo tanti impegni lavorativi arrivano le vacanze e l’estate è sicuramente la stagione preferita dalla maggior parte delle persone, dove si riscoprono momenti di relax, di puro divertimento e di spensieratezza da condividere con la famiglia e gli amici nei posti di villeggiatura preferiti”.
Chi non vorrebbe sempre una vita vista mare?


Adesso cosa dobbiamo aspettarci?
''Sicuramente verso novembre 2018 uscirà un nuovo singolo ma settembre sarà un mese molto impegnativo perchè lavoreremo per il brano da proporre al Festival di Sanremo. Sono molto emozionata''. 


www.gretaray.com 

sabato 25 agosto 2018

Nuoto: i costumi Jaked by Federica Pellegrini


Ci sono personaggi che sanno farsi notare in ogni ambito, come ad esempio Federica Pellegrini, un’atleta simbolo della nostra nazionale di nuoto. Campionessa sì, ma anche ideatrice di un’esclusiva linea di costumi da bagno prodotta da Jaked, italianissimo brand eccellenza nel mondo dell’abbigliamento tecnico. I costumi Jaked Federica Pellegrini permettono a qualsiasi atleta, anche a quelle a livello amatoriale, di approfittare ogni giorno dei migliori tessuti tecnici realizzati appositamente per il nuoto. Non solo in piscina, ma anche in spiaggia, Jaked ci permette di avere a disposizione i costumi che Federica Pellegrini utilizza per allenarsi ma anche nel tempo libero.

In piscina ma con stile

I costumi da piscina per donna sono spesso sgraziati e poco “divertenti”. I colori sono i soliti, blu o nero in primis, e i modelli stringono il seno, infastidiscono all’attaccatura della coscia, sono scomodi e poco piacevoli. Lo stesso non si può dire dei costumi Jaked creati in collaborazione con Federica Pellegrini, come ad esempio l’elegante costume intero Madame Butterfly, in tessuto Malaga di Carvico, con finish opaco, leggero ed elastico. Questo tessuto è resistente all’esposizione ai raggi solari diretti e al pilling e non si rovina neppure dopo diversi lavaggi e l’utilizzo intensivo. La stampa colorata rende il costume particolarmente bello, perfetto anche per essere sfoggiato in spiaggia. Le spalline unite sul retro offrono un’ottima vestibilità e permettono di sfruttare questo costume anche durante l’allenamento più intenso in vasca.

L’ampia scelta Jaked

Jaked da sempre produce abbigliamento tecnico per sportivi. La linea di costumi da donna Federica Pellegrini è ricca di modelli adatti allo sport, quindi progettati per essere utilizzati in piscina durante gli allenamenti, il nuoto libero o le varie attività di fitness in vasca; al contempo però le stampe vivaci e i colori alla moda permettono di utilizzare questi modelli anche in spiaggia o durante un pool party. Sì, perché il sostegno per il seno e le spalline incrociate sulla schiena sono utili sempre mentre si nuota, anche se ci si trova in un’assolata località turistica. Oltre a questo i tessuti utilizzati sono progettati totalmente in Italia da un’azienda leader nel settore dei materiali tecnici sportivi. Sono perfetti per un utilizzo continuativo, senza temere che il cloro, il sale o il sole diretto rovinino irreparabilmente il costume.

Non solo costumi da donna

La linea di Jaked by Federica Pellegrini comprende alcuni modelli di costumi, del resto è proprio di Jaked anche il modello che l’atleta utilizza durante le competizioni. Inoltre la collezione comprende anche costumi da uomo e cuffie da piscina. Anche i modelli da uomo sono prodotti con la medesima cura e attenzione rispetto a quelli da donna, con materiali all’avanguardia e tecnologici. Ad esempio il costume Trunk da uomo Black Swan, perfetto per le giornate in spiaggia, o anche per l’allenamento in piscina. Sono poi disponibili anche costumi due pezzi, pensati comunque per un uso intensivo. Perché anche mentre si è in spiaggia si può avere il desiderio di una lunga nuotata, o comunque un costume che rimane in posizione anche durante il movimento è perfetto per chi approfitta del sole e del mare per dedicarsi allo sport, come ad esempio il beach volley.

 
Design by Unicorn Sites | BARI | Copyright © 2017